Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Il concetto di casa, tra sicurezza e abbandono, nella mostra di Stacy Gibbone

L'ARTISTA CHE RICERCA LA FELICITÀ

L'inaugurazione stasera alle 19 allo Spazio Bevacqua Panigai di Treviso


TREVISO - (ag) Il diritto alla ricerca della felicità, formulato nella dichiarazione d'indipendenza degli Stati Uniti, diventa spunto di riflessione per l'artista americana Stacy Gibbone, di cui, da questa sera dalle 19, verranno esposte alcune opere del progetto “Pursuit of happiness” allo Spazio Bevacqua Panigai di Treviso. “Sono 5 tele di grandi dimensioni - spiega ai nostri microfoni la gallerista Lorenza Raffaello - in cui emerge un segno forte e deciso che assieme ai colori hanno il potere di creare nuovi volumi e nuove forme.”

Inoltre vi saranno fotografie, testi e una videoinstallazione che raccontano l’idealismo americano, strettamente collegato al concetto di casa.

Un luogo, prima di tutto, rifugio della persona e della famiglia, che secondo l'artista americana viene oggi minato da questioni politiche ed economiche. Così, per esempio, l'emblematica staccionata bianca cambia significato e diventa metafora dell’idea dell’abbandono. L'artista, che attualmente vive e lavora a Venezia, durante l'inaugurazione in galleria metterà in atto una live aesthetic text performance e non è detto che lasci qualche traccia artistica anche sui vetri e sulle vetrine della città.

Inoltre, giovedì 6 giugno, alle 18, verrà inaugurata al Venice Jazz Club di Venezia un altro capitolo dell'esposizione di Stacy Gibboni.

 

Intervista di Alessandra Ghizzo