Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, controllo a sorpresa di Guardia di Finanza e Agenzia delle Dogane

UN KG DI FUNGHI ALLUCINOGENI IN VALIGIA

Denunciato un 33enne bellunese, arrivava da Amsterdam


TREVISO - Era appena atterrato da Amsterdam all'aeroporto “Canova” di Treviso: durante una perquisizione della Guardia di Finanza e da parte dell'agenzia delle Dogane, dal suo bagaglio, è spuntato un kg di funghi allucinogeni. I “magic mushrooms” sono stati sequestrati e un 33enne bellunese, proprietario della valigia, è stato denunciato. La sostanza stupefacente proverrebbe dal Sud America ed è stata acquistata proprio nella capitale olandese dall'uomo. Il viaggiatore sperava di riuscire a confondersi tra le diverse centinaia di passeggeri in arrivo all'aeroporto internazionale della Marca superando così indenne i controlli antidroga, ma la risolutezza e competenza dei Finanzieri ha reso possibile il sequestro dello stupefacente detenuto sotto forma di spore, ma già pronte per la coltivazione. Il passeggero, giunto presso lo scalo trevigiano, in arrivo da Amsterdam, ha dichiarato di esser tornato in Italia dopo un breve periodo di vacanza. Sono in corso ulteriori indagini per individuare complici ed eventuali ulteriori destinatari della droga in sequestro.

Galleria fotograficaGalleria fotografica