Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato un pensionato 66enne di Vittorio Veneto, vittima una studentessa 18enne

IMPORTUNATA SUL PULLMAN, UN MESE DI ARRESTO PER MOLESTIE

La vittima abbordata con opuscoli religiosi contenenti foto hard


VITTORIO VENETO – (gp) Un mese d'arresto per aver più volte molestato una ragazza sull'autobus. Questa la condanna inflitta a un pensionato 66enne di Vittorio Veneto. All'uomo, difeso in aula dall'avvocato Andrea Zambon, poteva andare peggio visto che l'imputazione inizialmente era quella di stalking, poi derubricata nel corso del procedimento penale nel più lieve reato di molestie. I fatti risalgono al 2011, e stando alla denuncia i comportamenti dell'imputato sarebbero andati avanti per mesi, da gennaio fino alla denuncia di aprile. Il tragitto casa-scuola per la giovane, che all'epoca aveva appena compiuto 18 anni e frequentava un istituto tecnico della zona, era insomma diventato un incubo. Stando a quanto sostenuto dalla vittima, il pensionato l'avrebbe abbordata sul pullman offrendole all'inizio degli opuscoli religiosi. Dalle chiacchiere si sarebbe però passati presto ai complimenti e agli inviti di andare a bere qualcosa. “Finchè non sei maggiorenne non possiamo fare niente” avrebbe detto l'uomo, aumentando lo stato d'ansia della ragazza che se lo sarebbe trovato di fronte soprattutto il sabato. Una situazione che sembrava “gestibile” fino a quando, all'interno degli opuscoli religiosi, il pensionato non avrebbe iniziato a inserire foto pornografiche e il suo numero di telefono. Fu a quel punto che la vittima si confidò prima con i genitori e poi con i carabinieri di Volpago del Montello che fecero scattare la trappola: un militare in borghese si mescolò ai passeggeri dell'autobus e, quando il pensionato salì a bordo e iniziò a importunare la ragazza il militare, intervenne bloccando le sue avances.