Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Continua il giro di vite sullo spaccio: denunciati anche un 24enne ed un 30enne

SPACCIO DI MARIJUANA A SILEA POLIZIA ARRESTA PUSHER 18ENNE

Il giovane albanese smerciava a giovani e studenti della zona


SILEA - Un 18enne albanese arrestato e due trevigiani denunciati, un 31enne disoccupato di Santa Bona ed un meccanico 24enne di Spresiano: continua il “giro di vite” della squadra mobile di Treviso contro lo spaccio di droga, soprattutto marijuana ma anche droghe sintetiche ai giovanissimi. Il giovane balcanico, residente a Silea, era finito sotto la lente d'ingrandimento degli investigatori nel gennaio scorso quando vennero arrestati un trevigiano 21enne, Alessandro Gatti, finito poi ai domiciliari, il 31enne Klodjan Maska ed un 20enne, Brunis Kuci. Quest'ultimo in particolare utilizzava come punto d'appoggio per lo smercio della droga un garage dell'abitazione in cui vive il cugino, all'epoca minorenne. Le indagini della polizia hanno portato ad incastrare anche il giovane che si sarebbe reso autore almeno di 600 cessioni di dosi ad una quindicina di affezionati clienti. Mentre Brunis Kuci vendeva sostanze stupefacenti agli adulti, il cugino si occupava invece della clientela più giovane, soprattutto studenti, vendendo principalmente marijuana. La scorsa settimana la polizia ha denunciato per spaccio anche un 31enne di Santa Bona: nell'abitazione del giovane, abituale frequentatore di rave party, è stata trovata marijuana, sostanza da taglio e due contenitori di liquido che lui ha definito come “acqua santa”, molto probabilmente chetamina. Nei guai, in una distinta operazione, è finito anche un 24enne di Spresiano, dipendente di un'officina meccanica e anche lui, secondo gli investigatori, abituale frequentatore di feste a base di droga. Durante la perquisizione domiciliare sono stati ritrovati 20 grammi di marijuana, mdma (chiamata dagli assuntori “Madda”), una pastiglia di ecstasi, 4 pastiglie di lsd, una striscia di chetamina (in gergo definita “Katia”) ed un flacone di ammoniaca.

Galleria fotograficaGalleria fotografica