Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novitą di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Torna il aula a metą luglio il caso del centro estetico di Mareno di Piave

CENTRO MASSAGGI A LUCI ROSSE: A PROCESSO I TITOLARI DEL "SOLE"

Secondo l'accusa la struttura era in realtą una casa d'appuntamenti


MARENO DI PIAVE – (gp) Dopo lo stop del processo dovuto a una questione di nullità sollevata dalle difese che ha spinto il giudice a rispedire gli atti al pm, a metà luglio torna il aula il caso del centro massaggi a luci rosse di Mareno di Piave. Alla sbarra, con l'accusa di sfruttamento della prostituzione, il titolare trevigiano del “Sole” e la sua socia romena nonché convivente. Il centro estetico era finito al centro di un'inchiesta della Guardia di Finanza di Padova volta a smascherare delle vere e proprie case d'appuntamento. Le indagini, condotte direttamente all'interno della struttura, avevano permesso di appurare come fossero tre le massaggiatrici che prestavano servizio nel centro, due rumene in arte “Elena” e “Luana”, e un'italiana, “Vanessa”. Orario continuato, sette giorni su sette, le tre donne offrivano prestazioni per tutti i portafogli: 50 euro per l'ingresso al centro, con extra che partivano da 30 euro fino ai 150 per il più gettonato massaggio integrale. Tutti italiani i clienti, di tutte le età e dalla capacità economiche notevoli. Al momento del blitz della Guardia di Finanza, in attesa del proprio turno c'era un facoltoso trevigiano di 71 anni.