Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venezia, controllavano il Terraglio, le giovani erano definite i codice "stracci"

LUCCIOLE-SCHIAVE: SGOMINATA BANDA DI SFRUTTATORI ROMENI

Indagine della squadra mobile, ragazze alloggiate a Treviso e Tezze


VENEZIA - Erano i veri e propri ras della prostituzione sul Terraglio e gestivano un vasto giro di squillo tra le province di Treviso e Venezia: erano ragazze quasi tutte romene, fatte arrivare in Italia con la falsa promessa di un lavoro, perfino nel mondo dello spettacolo. Sono otto le ordinanze emesse dal gip del Tribunale di Venezia nei confronti di sette cittadini romeni ed un albanese: per tre di loro si sono aperte le porte del carcere di Santa Bona, altrettanti sono stati sottoposti al divieto di dimora nel trevigiano e nel veneziano mentre altri due sono ancora latitanti. Le ragazze gestite dall'organizzazione (soggiornavano in alcuni bed and breakfast di Tezze sul Brenta e a Treviso) venivano chiamate “stracci” dai componenti della banda: questo elemento emerge dalle intercettazioni telefoniche effettuate dagli investigatori della squadra mobile di Venezia. Su quel tratto di Terraglio la banda aveva l'esclusiva: le altre prostitute che osavano invadere il loro territorio venivano scacciate o costrette a pagare una sorta di affitto di 50 euro.