Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, cartella esattoriale dà 18mila euro per una presunta evasione fiscale

PENSIONE PIGNORATA, MAZZOLENI RISARCITO

Giudice di pace dà ragione al primario di chirurgia maxillofacciale


TREVISO - Equitalia costretta a risarcire i danni non patrimoniali e le spese legali sostenute per la sua azione illegittima nei confronti del primario di chirurgia maxillo-facciale dell'ospedale di Treviso, Giovanni Mazzoleni. A pronunciarsi oggi a favore del medico è stato il giudice di pace dell'ospedale di Treviso, Gianfranco Vettorel. Equitalia dovrà versare al professionista circa 4mila euro in tutto. La stessa Equitalia aveva cercato, nonostante le diffide, di procedere al pignoramento di circa 18mila euro dalla pensione del primario. Mazzoleni era stato vittima in precedenza di un errore dell'Agenzia delle Entrate che aveva rilevato nei suoi confronti un'evasione fiscale di 12mila euro (divenuti 18mila con gli interessi) che si era però rivelata inesistente. Infatti il primario, assistito dall'avvocato Capraro, aveva vinto sia in sede di commissione tributaria provinciale che in commissione regionale. L'Agenzia delle Entrate fu costretta così ad annullare la cartella esattoriale ma nonostante ciò Equitalia Nomos proseguì nel tentativo di pignoramento, salvo poi ammettere l'errore e scusarsi dell'errore. Il medico ha poi comunque chiesto i danni per la condotta persecutoria attuata nei suoi confronti.