Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, cartella esattoriale dÓ 18mila euro per una presunta evasione fiscale

PENSIONE PIGNORATA, MAZZOLENI RISARCITO

Giudice di pace dÓ ragione al primario di chirurgia maxillofacciale


TREVISO - Equitalia costretta a risarcire i danni non patrimoniali e le spese legali sostenute per la sua azione illegittima nei confronti del primario di chirurgia maxillo-facciale dell'ospedale di Treviso, Giovanni Mazzoleni. A pronunciarsi oggi a favore del medico è stato il giudice di pace dell'ospedale di Treviso, Gianfranco Vettorel. Equitalia dovrà versare al professionista circa 4mila euro in tutto. La stessa Equitalia aveva cercato, nonostante le diffide, di procedere al pignoramento di circa 18mila euro dalla pensione del primario. Mazzoleni era stato vittima in precedenza di un errore dell'Agenzia delle Entrate che aveva rilevato nei suoi confronti un'evasione fiscale di 12mila euro (divenuti 18mila con gli interessi) che si era però rivelata inesistente. Infatti il primario, assistito dall'avvocato Capraro, aveva vinto sia in sede di commissione tributaria provinciale che in commissione regionale. L'Agenzia delle Entrate fu costretta così ad annullare la cartella esattoriale ma nonostante ciò Equitalia Nomos proseguì nel tentativo di pignoramento, salvo poi ammettere l'errore e scusarsi dell'errore. Il medico ha poi comunque chiesto i danni per la condotta persecutoria attuata nei suoi confronti.