Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'intervista e live acustico del musicista, accompagnato dal Maestro Vettoretti

"TEATRO DEI PAZZI": L'ULTIMO ALBUM DI GIOVANNI GIUSTO

Le radici nel teatro e l'incontro tra musica d'autore e musica classica


TREVISO - Dal veneziano, a Cuba, agli Stati Uniti. E' frutto di un viaggio durato due anni l'ultimo album del musicista e regista teatrale Giovanni Giusto che prende il titolo dall'importante realtà, punto di riferimento per la cultura del territorio, da lui fondata dieci anni fa: il Teatro dei Pazzi.

Continua quindi il percorso nel Teatro Canzone che in pochi anni ha portato l'artista veneto ad essere uno degli esponenti più seguiti del genere. Anche se Giusto, in questo caso, ci tiene a sottolineare l'autonomia della parte musicale.

Infatti la musica, sebbene legata a lavori teatrali, e in particolare a "Le Betoneghe" che da qualche mese stanno spopolando nei teatri veneti, sta avendo un successo quasi inaspettato soprattutto oltre i confini italiani. La risonanza del tour cubano, con una decina di date in luoghi simbolo della musica d'autore, ha portato Giusto a presentare le nuove canzoni in Francia e in Spagna con un prestigioso concerto al museo Segovia.

Tournée che proseguirà nei prossimi mesi anche grazie alla collaborazione con il Maestro Andrea Vettoretti, chitarrista classico di fama internazionale con cui Giusto ha creato quel mix tra musica d'autore e musica classica che il pubblico sta tanto apprezzando.

Altra novità per quest'album è l'”esordio” di Giusto nella canzone in veneto, in un sunto dei dialetti che in qualche momento pare più un gramelot di sua invenzione, quasi a voler sottolineare l'estrazione teatrale che lo distingue dai cantautori classici.

Accompagnato da una band di altissimo livello formata oltre che dal maestro Andrea Vettoretti, dal bassista brasiliano Edu Hebling (musicista di riferimento della Vanoni) e dal batterista Moreno Marchesin (già con Ron, Grignani, Bersani, ecc.) il tour continuerà in varie città italiane ed estere, riprendendo proprio da Treviso, la sera di domenica 27 giugno, sotto la Loggia dei Cavalieri, fino all’importante concerto previsto al Palau de la Musica di Valencia il 24 novembre prossimo.

Ospiti nei nostri studi, Giovanni Giusto e il Maestro Andrea Vettoretti alla chitarra classica, hanno presentato Teatro dei Pazzi, eseguendo anche qualche brano dal vivo. Buon ascolto!