Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 41enne di Spresiano dovrà rispondere soltanto di detenzione di marijuana

EX ARTIGIANO SUBITO IN LIBERTÀ: È CADUTA L'ACCUSA DI SPACCIO

Incastrato da due presunti clienti: ora la loro posizione verrà valutata


SPRESIANO – (gp) Dopo appena due giorni passati agli arresti domiciliari è tornato completamente libero. Comparso davanti al gip per l'interrogatorio di convalida, un ex artigiano 41enne difeso dall'avvocato Paolo Salandin ha detto di non sapere nulla dell'accusa di spaccio di cocaina (accusa che infatti è già caduta), e si è assunto le proprie responsabilità per la detenzione dei 125 grammi di marijuana e dei 27 semi di cannabis sequestrati in seguito al blitz dei carabinieri nella sua abitazione. L'uomo, incensurato, era stato incastrato dalla testimonianza di due presunti clienti, la cui posizione ora passerà al vaglio degli investigatori: si tratta di un 40enne di Spresiano e di un 38enne di Ponte di Piave. I due si erano rivolti al 112 denunciando di aver accumulato un debito con l'ex artigiano di circa 7mila euro per alcune partite di cocaina acquistate ma mai pagate e per questo sarebbero stati minacciati di morte sia personalmente che al telefono. In aula questa circostanza non è emersa, tanto che le accuse nei confronti dell'uomo sono state di molto ridimensionate, a cominciare dal fatto che on verrà contestata nessuna cessione o possesso di cocaina, di cui agli atti non c'è traccia.