Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 41enne di Spresiano dovrà rispondere soltanto di detenzione di marijuana

EX ARTIGIANO SUBITO IN LIBERTÀ: È CADUTA L'ACCUSA DI SPACCIO

Incastrato da due presunti clienti: ora la loro posizione verrà valutata


SPRESIANO – (gp) Dopo appena due giorni passati agli arresti domiciliari è tornato completamente libero. Comparso davanti al gip per l'interrogatorio di convalida, un ex artigiano 41enne difeso dall'avvocato Paolo Salandin ha detto di non sapere nulla dell'accusa di spaccio di cocaina (accusa che infatti è già caduta), e si è assunto le proprie responsabilità per la detenzione dei 125 grammi di marijuana e dei 27 semi di cannabis sequestrati in seguito al blitz dei carabinieri nella sua abitazione. L'uomo, incensurato, era stato incastrato dalla testimonianza di due presunti clienti, la cui posizione ora passerà al vaglio degli investigatori: si tratta di un 40enne di Spresiano e di un 38enne di Ponte di Piave. I due si erano rivolti al 112 denunciando di aver accumulato un debito con l'ex artigiano di circa 7mila euro per alcune partite di cocaina acquistate ma mai pagate e per questo sarebbero stati minacciati di morte sia personalmente che al telefono. In aula questa circostanza non è emersa, tanto che le accuse nei confronti dell'uomo sono state di molto ridimensionate, a cominciare dal fatto che on verrà contestata nessuna cessione o possesso di cocaina, di cui agli atti non c'è traccia.