Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ex direttore del settore urbanistica del Comune di Treviso giudicato innocente

UNA BATTAGLIA LEGALE LUNGA 13 ANNI: ASSOLTO ENGLI PENTIMALLI

Sotto inchiesta per tentata concussione: "Ora credo ancora nella giustizia"


TREVISO – (gp) Dopo una battaglia legale durata 13 anni, l'ex direttore del settore Urbanistica del Comune di Treviso Engli Pentimalli ha ottenuto giustizia: è stato infatti assolto con formula piena dall'accusa di tentata concussione perchè il fatto non sussiste. “Prima non credevo nella giustizia – ha dichiarato l'ex funzionario – Ora posso crederci ancora e chiederò i danni a chi ha scatenato tutto questo putiferio”. Era il giugno del 2000 quando il tribunale di Treviso, concedendo la sospensione condizionale della pena, giudicò Pentimalli colpevole condannandolo a un anno e sei mesi di reclusione per “aver imposto – dice Pentimalli - un piano di recupero di iniziativa privata per l'area ex Kroma di San Pelajo per poi ottenerne la coprogettazione”. In appello la sentenza venne confermata ma annullata successivamente dalla Corte di Cassazione, che aveva deciso di rimandare tutto a Venezia. “Come ha stabilito la Cassazione – continua l'ex funzionario - il parere incriminato da me emesso il 20 gennaio 1997 per la effettiva mancanza degli elementi idonei al rilascio della concezione edilizia diretta, era correttamente e oggettivamente motivato e avrebbe dovuto far cadere il presupposto della mia presunta condotta illecita derivante dall'aver richiesto il piano di recupero”. E continua: “Ho assunto anche la direzione del settore edilizia privata in data 1 gennaio 1997: come avrei potuto concepire in 19 giorni la strategia di inventare la necessità di un piano di recupero per poi ottenerne la coprogettazione? Il piano di recupero era al contrario obbligatorio tanto che dopo 4 anni dal mio parere è stato imposto dall'amministrazione comunale ma a condizioni molto più gravose di quelle da me prescritte”. Engli Pentimalli ora, dopo più di un decennio, ha dimostrato la propria innocenza messa nero su bianco dai giudici.