Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, richieste di denaro e intimidazioni, "Ho amici nomadi, avrai dei furti"

IMPRENDITORI MINACCIATI DA ROM TRUFFATORI, INDAGA LA POLIZIA

Si fingono rappresentati di una ditta spagnola di affilatura lamine


TREVISO - Fingono di essere rappresentanti di una ditta spagnola che promuove una particolare tecnica per affilare il metallo, richiedono una lamina inutilizzata al negoziante o imprenditore di turno e poi si ripresentano con la stessa, secondo loro rimessa a nuovo, chiedendo del denaro per il servizio. Quando la vittima del raggiro si rifiuta di pagare arrivano minacce, prima velate e poi pesantissime. "Ti faccio succedere qualcosa, ho amici nomadi, avrai dei furti": questo è solo un esempio per comprendere il tono delle intimidazioni. Sono già quattro i casi di questo tipo che sono stati rilevati a Treviso e denunciati alla polizia. I finti rappresentanti altro non sono che due rom, un uomo con i capelli neri e dalla corporatura robusta ed una donna con i capelli grigi, entrambi ben vestiti e di un'età di circa 45 anni. A ricevere la loro visita sono state due aziende edili di viale della Repubblica a Treviso, un'impresa che si occupa del riciclo dei metalli ed una ditta trevigiana che si occupa in particolare della produzione di nidi d'ape in cartoncino. L'ultimo tentativo di truffa è stato tentato dai due proprio qualche giorno fa presso quest'ultima ditta. I finti rappresentanti, per mostrare la bontà del loro prodotto (le lamine appunto), hanno perfino tagliato con una speciale forbice una monetina da 10 centesimi, di fronte al titolare dell'azienda. Questi ha rifiutato l'offerta e, per liberarsi dei due, ha assecondato la loro richiesta di poter avere una lamina che la ditta non utilizzava più. Due ore dopo l'imprenditore ha però nuovamente ricevuto la visita dei truffatori che hanno riportato la lamina, secondo loro trattata e rimessa a nuovo. Per questo lavoro, mai richiesto, i finti rappresentanti pretendevano di ricevere 400 euro. Dopo aver risposto picche a questa richiesta il titolare ha ricevuto dai due rom pesanti minacce ed intimidazioni: subito è partita la segnalazione alla polizia che sta indagando per dare un volto agli autori del raggiro, in questo caso fortunatamente non andato a buon fine.