Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra il 26enne napoletano Angelo Izzo, vittima un commerciante 59enne

TENTA RAPINA A COLPI DI MELONE: CHIESTI VENTIMILA EURO DI DANNI

Avrebbe voluto prendere un borsello che conteneva 3 mila euro


VILLORBA – (gp) Ventimila euro a titolo di risarcimento danni. Questa la richiesta formalmente presentata in aula da un commerciante trevigiano di 59 anni, costituitosi parte civile con l'avvocato Stefania Bertoldi, nel processo per tentata rapina che vede imputato Angelo Izzo, 26enne di origini napoletane, che avrebbe aggredito a colpi di melone il malcapitato per rubargli il borsello contenente 3 mila euro. I fatti risalgono al 26 agosto 2011 quando, nel parcheggio di via Volta a Villorba, un furgone con a bordo due uomini si era avvicinato all'auto del commerciante. Dal lato passeggero sarebbe sceso proprio Izzo presentandosi all'uomo come il figlio di un suo vecchio cliente. Fingendo di aver aperto con il padre un negozio di ortofrutta, come omaggio voleva regalare alla vittima una cassetta di meloni. Convinto che il ragazzo fosse in buona fede, l'uomo aprì il bagagliaio e Izzo, dopo la prima, avrebbe iniziato a caricare altre cassette, adocchiando il borsello del commerciante posato sui sedili dell'auto. In un attimo infatti il giovane avrebbe lasciato le casse e avrebbe afferrato il borsello ma il 59enne fu altrettanto lesto e riuscì ad afferrarlo a sua volta. Ne sarebbe nata una piccola colluttazione, nel senso che per aver ragione del commerciante il 26enne avrebbe iniziato a tirare il testa all'uomo i meloni perchè lasciasse la presa. Il 59enne iniziò a suonare il clacson per attirare qualcuno e chiedere aiuto e subito in suo soccorso arrivò un negoziante. Il 26enne allora avrebbe mollato la presa e sarebbe risalito sul furgone. Ma il 59enne, nonostante fosse ferito, riuscì a prendere il numero di targa assieme al negoziante e a incastrare così il giovane. Portato in ospedale i medici gli riscontrarono lesioni giudicate guaribili in 5 giorni di prognosi.