Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Jesolo, raccolta fondi a favore di un 15enne affetto da una malattia rara

IL RECORD: PER 24 ORE SU E GIÙ DA UNA SCALA A CHIOCCIOLA

A tentare l'impresa, a scopo benefico, il 46enne Max Calderan


JESOLO - Tenterà il suo 10° record del mondo: Max Calderan, classe 1967, noto per aver attraversato i deserti correndo, approda a Jesolo per una nuova difficile impresa.

Correrà per 24 ore consecutive su e giù da una scala a chiocciola a due piani, struttura realizzata appositamente per lui, dalle 22.00 di venerdì 21 giugno 2013 alle 22.00 del giorno seguente. L’evento è a scopo benefico: Calderan correrà, infatti, per raccogliere fondi a favore di Paolo, un ragazzo di 15 anni affetto da una grave malattia del sangue, perlopiù ancor ignota, ma conosciuta nel ramo medico come porpora trombotica trombocitopenica idiopatica. «La famiglia del ragazzo ha difficoltà economiche e non riesce a sostenere un eventuale percorso terapeutico che comprende un approccio globale a questo scenario: test genomico, fisioterapia, alimentazione, farmaci, assistenza e visite anche superspecialistiche » spiega Max Calderan. La location scelta per raccogliere fondi e tentare il record è Piazza Mazzini: «Volevo provare questo record a Dubai, ma ho scelto Jesolo perché amo l’Italia – dichiara Calderan – Anche questa volta mi spingerò oltre il limite, per me correre una maratona è troppo facile». Durante lo svolgimento della prova, Max Calderan si fermerà per micro cicli di sonno di 10 minuti, avrà a disposizione i servizi accanto alla scala e potrà mangiare e bere, ma senza fermarsi. Calderan è noto per aver attraversato di corsa e nelle più difficoltose condizioni numerosi deserti , come il deserto del Sinai in Egitto, 148 km in 23 ore a una temperatura di 52° o il deserto degli Emirati Arabi, 120 km in 24 ore a una temperatura di 58° senza cibarsi né bere. Nemmeno gli scienziati si spiegano come un uomo possa arrivare a svolgere prove talmente estreme senza assistenza medica e rigorosamente da solo in mezzo alla sabbia. Quest’anno la sfida sarà diversa, ma lui è pronto e si sta già allenando. L’evento previsto per venerdì 21 giugno 2013, organizzato da Happy Fit, catena di centri fitness, di cui Calderan è Brand Ambassador, rientra nel periodo delle Notti Gialle a Jesolo, previste da lunedì 10 a domenica 23 giugno 2013.