Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Mogliano, secondo gli esami clininici non è stata violentata dal suo aggressore

LUCCIOLA PESTATA PER UN REGOLAMENTO DI CONTI

La giovane romena ha fornito una prima versione dei fatti ai carabinieri


MOGLIANO - E' stata interrogata ed ha fornito una prima versione dei fatti la lucciola romena di 25 anni che è stata brutalmente aggredita nella notte tra domenica e lunedì a Mogliano, nei pressi dell'ex Nigi. La donna, colpita brutalmente con un cassetto di scrivania trovato dal suo aguzzino tra i rifiuti, avrebbe fornito indicazioni utili per le indagini malgrado il suo italiano stentato. Gli esami clinici effettuati dai medici hanno intanto evidenziato che la prostituta non sarebbe stata violentata. Attualmente il reato per cui i carabinieri stanno indagando è lesioni personali. Il luogo dove è avvenuto l'agguato è solitamente utilizzato dalle lucciole per appartarsi con i clienti e ad aver malmenato così ferocemente la donna potrebbe essere stato appunto uno dei frequentatori delle prostitute del Terraglio. Ma non è certamente questa l'ipotesi principale. Secondo i carabinieri la 25enne potrebbe essere stata coinvolta in una sorta di regolamento di conti tra le bande di malviventi che controllano la prostituzione di strada. La giovane, elemento questo non confermato dagli investigatori, sarebbe inoltre stata derubata sia del telefono cellulare che del denaro guadagnato durante la nottata di domenica.