Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interrogati dal gip, hanno fornito ognuno una diversa versione dei fatti

RAPIMENTO DI CRESPANO: RESTANO IN CELLA I QUATTRO SEQUESTRATORI

Gli atti spediti alla distrettuale di Bologna per competenza territoriale


CRESPANO DEL GRAPPA – (gp) Rimangono per il momento tutti i carcere in attesa di giudizio le quattro persone arrestate dai carabinieri per sequestro di persona a scopo di estorsione. Comparsi davanti al gip Umberto Donà per l'interrogatorio di convalida, i quattro cittadini marocchini, difesi dall'avvocato Fabio Crea, hanno fornito tutti una diversa versione dei fatti, motivo per cui il giudice si è riservato la decisione in merito alla modifica della misura cautelare. In più gli atti, per competenza territoriale, sono stati spediti a Bologna, sede della procura distrettuale dell'Emilia Romagna che si occupa di questo tipo di reati. Tutti sono accusati di aver rapito un 21enne tunisino residente a Castelfranco Emilia, nel modenese, per portarlo poi in un appartamento di Crespano del Grappa, dove i militari lo hanno trovato alcune ore dopo il sequestro in compagnia dei suoi rapitori. Secondo le prime informazioni investigative la banda aveva progettato il rapimento per costringere il cugino del tunisino a saldare un debito. Il sequestro era avvenuto martedì poco dopo le 15 sotto lo sguardo di un'amica della madre del giovanissimo che aveva annotato parte della targa e il modello dell'auto usata per fuggire. Le ricerche, diramate in tutta Italia, avevano poi portato i carabinieri a individuare il luogo in cui la vittima era reclusa.