Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'analisi della Regione è rispondente alle esigenze del territorio

CGIL PROMUOVE LA REGIONE MA NON I MEDICI DI BASE

Bernini: "Le Ipab devono rimanere pubbliche"


TREVISO - Le schede di riorganizzazione del Sistema Sanitario Regionale presentate in questi giorni leggono in modo corretto le esigenze del nostro territorio. Questo il giudizio della Cgil di Treviso che ha presentato le considerazioni relative al Piano Regionale con particolare riferimento al trevigiano.

E il piano di riorganizzazione non fa altro che confermare la virtuosità delle ulss trevigiane. Ma uno dei punti dolenti del sistema rimane quello dei medici di base.

Sono finanziati generosamente dai trasferimenti delle Ulss ed il servizio erogato è sicuramente migliorabile: l’auspicio del Segretario di Spi Cgil Paolino Barbiero, è che in futuro diventino dipendenti dell’Ulss. “Una volta fatto questo, grazie alla riorganizzazione in aggregazione dei medici di base, si potrebbe fare un lavoro sul territorio che aumenti la prevenzione e quindi evita di ricorrere all’ospedale quando non serve. Altro versante su cui porre attenzione quello delle case di riposo che devono diventare centri di servizio che assieme ai poliambulatori e agli ospedali di continuità devono fare tutte le cure primarie, in modo che all’ospedale si vada solo per i grandi interventi” conclude Barbiero.

“Il problema vero della sanità Veneta non sono i tagli dei letti,”continua Ivan Bernini, segretario delle Funzione Pubblica Cgil Treviso, “perche in realtà non ne sono nemmeno stati effettuati all’interno dell’Ulss9 di rilevanti, ma il blocco delle assunzioni e dei contratti: non temiamo gli esuberi.

Altro fronte caldo sarà quello delle Ipab, conosciute ai più come Case di Riposo. Che devono diventare soggetti centrali nell’attivazione di posti letto, negli ospedali di comunità, nell’erogazione di servizi. “E noi – continua Bernini “riteniamo che debbano rimanere aziende di servizi pubblici alla persona integrate con il sistema sanitario in cui riqualificare il servizio di quel personale che attualmente lavora nelle strutture.”