Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEONOTIZIA Blitz della GdF di Treviso in un'azienda dismessa di Spresiano

SEQUESTRATE CINQUE TONNELLATE DI SIGARETTE: DUE GLI ARRESTATI

Sigilli anche a documenti extracontabili: imposte evase per un milione


SPRESIANO - Un sequestro di sigarette da record quello eseguito dalla Guardia di Finanza di Treviso: 4,7 tonnellate di “bionde” Marlboro e Chesterfield contraffatte e di contrabbando che dall'Ucraina, dove erano state abusivamente fabbricate, erano giunte a Spresiano, in un capannone della zona industriale, sede ormai dismessa di una ex ditta di trasporti. Le stecche di sigarette viaggiavano occultate all'interno di pannelli, simili a quelli utilizzati per la coibentazione delle celle frigorifere. Lo scorso mese di marzo era stato arrestato dalle fiamme gialle un 38enne trevigiano, proprietario del capannone ed ex “padroncino”. A maggio in cella è finito anche un moldavo di 43 anni, il corriere incaricato di trasportare le “bionde” dall'Ucraina (ma anche da Moldavia e Slovenia) alla Marca: era stato lui a portare a Spresiano, a bordo di un Fiat Ducato, i 288 pannelli riempiti con 24mila stecche di sigarette, 5 tonnellate in tutto. Prima della perquisizione all'interno del capannone di Spresiano sembra che fossero già stati smerciati 3 quintali di bionde. Le fiamme gialle hanno accertato, nei confronti dei responsabili del contrabbando, un'evasione di imposte per un milione di euro. Le sigarette inoltre, se messe sul mercato, avrebbero fruttato una cifra di circa 1,2 milioni. Del caso ora potrebbe occuparsi anche la direzione distrettuale antimafia: le sigarette erano destinate probabilmente a tutta Italia, ad un mercato nero parallelo a quello delle “bionde”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica