Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEONOTIZIA Blitz della GdF di Treviso in un'azienda dismessa di Spresiano

SEQUESTRATE CINQUE TONNELLATE DI SIGARETTE: DUE GLI ARRESTATI

Sigilli anche a documenti extracontabili: imposte evase per un milione


SPRESIANO - Un sequestro di sigarette da record quello eseguito dalla Guardia di Finanza di Treviso: 4,7 tonnellate di “bionde” Marlboro e Chesterfield contraffatte e di contrabbando che dall'Ucraina, dove erano state abusivamente fabbricate, erano giunte a Spresiano, in un capannone della zona industriale, sede ormai dismessa di una ex ditta di trasporti. Le stecche di sigarette viaggiavano occultate all'interno di pannelli, simili a quelli utilizzati per la coibentazione delle celle frigorifere. Lo scorso mese di marzo era stato arrestato dalle fiamme gialle un 38enne trevigiano, proprietario del capannone ed ex “padroncino”. A maggio in cella è finito anche un moldavo di 43 anni, il corriere incaricato di trasportare le “bionde” dall'Ucraina (ma anche da Moldavia e Slovenia) alla Marca: era stato lui a portare a Spresiano, a bordo di un Fiat Ducato, i 288 pannelli riempiti con 24mila stecche di sigarette, 5 tonnellate in tutto. Prima della perquisizione all'interno del capannone di Spresiano sembra che fossero già stati smerciati 3 quintali di bionde. Le fiamme gialle hanno accertato, nei confronti dei responsabili del contrabbando, un'evasione di imposte per un milione di euro. Le sigarette inoltre, se messe sul mercato, avrebbero fruttato una cifra di circa 1,2 milioni. Del caso ora potrebbe occuparsi anche la direzione distrettuale antimafia: le sigarette erano destinate probabilmente a tutta Italia, ad un mercato nero parallelo a quello delle “bionde”.


Galleria fotograficaGalleria fotografica