Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alla sbarra per omicidio colposo il 25enne di Motta di Livenza Nicolas Cecchetto

INVESTÌ E UCCISE UN PEDONE: PATTEGGIA SEI MESI DI CARCERE

Il 13 giugno 2012 perse la vita Dino Basso, 77enne di San Biagio


SAN BIAGIO DI CALLALTA – (gp) Raggiunto un accordo con il pubblico ministero, se l'è cavata con un patteggiamento a sei mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena. Questo l'esito dell'udienza preliminare di fronte al gup Umberto Donà in cui era imputato di omicidio colposo Nicolas Cecchetto, 25enne di Motta di Livenza che il 13 giugno scorso investì e uccise Dino Basso, 77enne di San Biagio di Callalta. Il giovane, che non si trovava al volante della sua Bmw station wagon sotto l'effetto di alcol o sostanze stupefacenti, non è riuscito a evitare il pensionato mentre attraversava la Postumia a San Biagio di Callalta sulle strisce pedonali assieme alla moglie, dalla farmacia verso la chiesa del paese, e lo centrò in pieno. Una svista fatale che non lasciò scampo all'uomo: nonostante il tempestivo arrivo dei sanitari del Suem 118, per il 77enne non ci fu nulla da fare. Il 25enne venne subito iscritto nel registro degli indagati e la magistratura, avendo già ben chiara la dinamica, doveva soltanto verificare la velocità al momento dell'impatto. Gli accertamenti disposti dal pm stabilirono che l'auto aveva rispettato il limite di 50 chilometri all'ora previsto in centro abitato. Con ogni probabilità sarebbe stata la luce radente della sera (il sinistro si è verificato alle 19.30 in direzione da Treviso a Oderzo) a distrarre l'automobilista.