Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, annuncio su E-Bay, indaga la polizia postale, caparra di 240 euro

APPARTAMENTO FANTASMA A JESOLO, TRUFFATO UN PRETE

Abitazione sarebbe servita per i ragazzi di un circolo parrocchiale


TREVISO - Truffato da un falso annuncio di affitto per un appartamento a Jesolo. A finire nei guai un sacerdote trevigiano che rispondendo ad un annuncio pubblicato sul sito Ebay-annunci, iniziava una trattativa per affittare nel mese di luglio nella località balneare un appartamento per i ragazzi del circolo parrocchiale, conclusasi con l’invio all’inserzionista di una caparra di 240 Euro, un certo N. B. Dopo aver pagato la caparra il religioso, insospettitosi per alcuni errori sulle mail ricevute successivamente a questo contatto (errori di date e cambiamento di una cifra del numero di cellulare che era nell’inserzione), si recava personalmente presso lo stabile di Jesolo per verificare di persona. Lì si rendeva conto che non appariva nessun campanello con il cognome B.; chiedendo poi informazioni ad altri inquilini dello stabile, apprendeva che nessuno conosceva questo personaggio, mai sentito nominare neppure alle riunioni condominiali. In loco il religioso appurava addirittura che le foto dell'inserzione non corrispondevano alla tipologia degli appartamenti di quel condominio. ( Es.: l'inserzionista gli aveva riferito che non c'era il posto in spiaggia, mentre le persone intervistate dal sacerdote avevano affermato il contrario, ed altro). La truffa veniva resa più evidente nel momento in cui il sacerdote denunciante aveva provato, per tramite di un suo conoscente, ad affittare lo stesso appartamento nel periodo in cui doveva essere da lui occupato, ottenendo risposta positiva in questo senso. Attualmente sono in corso indagini per l’identificazione dell’autore dei fatti sopra descritti.