Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, annuncio su E-Bay, indaga la polizia postale, caparra di 240 euro

APPARTAMENTO FANTASMA A JESOLO, TRUFFATO UN PRETE

Abitazione sarebbe servita per i ragazzi di un circolo parrocchiale


TREVISO - Truffato da un falso annuncio di affitto per un appartamento a Jesolo. A finire nei guai un sacerdote trevigiano che rispondendo ad un annuncio pubblicato sul sito Ebay-annunci, iniziava una trattativa per affittare nel mese di luglio nella località balneare un appartamento per i ragazzi del circolo parrocchiale, conclusasi con l’invio all’inserzionista di una caparra di 240 Euro, un certo N. B. Dopo aver pagato la caparra il religioso, insospettitosi per alcuni errori sulle mail ricevute successivamente a questo contatto (errori di date e cambiamento di una cifra del numero di cellulare che era nell’inserzione), si recava personalmente presso lo stabile di Jesolo per verificare di persona. Lì si rendeva conto che non appariva nessun campanello con il cognome B.; chiedendo poi informazioni ad altri inquilini dello stabile, apprendeva che nessuno conosceva questo personaggio, mai sentito nominare neppure alle riunioni condominiali. In loco il religioso appurava addirittura che le foto dell'inserzione non corrispondevano alla tipologia degli appartamenti di quel condominio. ( Es.: l'inserzionista gli aveva riferito che non c'era il posto in spiaggia, mentre le persone intervistate dal sacerdote avevano affermato il contrario, ed altro). La truffa veniva resa più evidente nel momento in cui il sacerdote denunciante aveva provato, per tramite di un suo conoscente, ad affittare lo stesso appartamento nel periodo in cui doveva essere da lui occupato, ottenendo risposta positiva in questo senso. Attualmente sono in corso indagini per l’identificazione dell’autore dei fatti sopra descritti.