Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La riunione finale della commissione si è tenuta a Venezia a palazzo Balbi

SÌ UNANIME DEI GIURISTI PER IL REFERENDUM SULL'INDIPENDENZA

Prossimo appuntamento il 2 luglio alla commissione affari istituzionali


VENEZIA - Si è tenuta a Venezia a Palazzo Balbi la riunione finale della commissione giuridica nominata da Luca Zaia, che aveva il compito di valutare la fattibilità del referendum di indipendenza del Veneto.

I giuristi che la compongono hanno dato all’unanimità parere favorevole al nulla osta sull’indizione del referendum, affermando il principio democratico da tutti condiviso sulla possibilità per i cittadini veneti di potersi esprimere in un referendum per l’indipendenza del Veneto, che quindi non è vietato da alcuna normativa.

I giuristi si sono quindi confrontati sulle modalità e sulle fattibilità del percorso successivo, che sarà quindi definito attraverso una relazione strutturata che sarà redatta da Andrea Favaro e Luca Azzano Cantarutti. Il documento sarà strutturato e comporrà le diverse opinioni, alcune nettamente favorevoli alla fattibilità del percorso (Cantarutti e Favaro), altre contrarie (Benvenuti e Rota), mentre Petralia si è astenuta dall’esprimersi e Bertolissi ha sostenuto la possibilità di esprimere scelte multiple.

In linea generale quindi la scelta ora passa alla politica, che sulla base del documento che dà il via libera affermando che il referendum per l’indipendenza del Veneto non è vietato, ora lascia aperta la possibilità ai consiglieri regionali di individuare il percorso più adatto per l’indizione della consultazione. L’appuntamento è quindi per il 2 luglio presso la 1° commissione regionale affari istituzionali e verso metà luglio per il consiglio regionale straordinario che sarà chiamato ad approvare il progetto di legge regionale 342/2013 per l’indizione del referendum di indipendenza del Veneto per il prossimo 6 ottobre.