Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In aula un 31enne di Quinto, accusato di violenza sessuale e tentata concussione

UN BACIO IN CAMBIO DELLA MULTA: CAPOTRENO FINISCE SOTTO ACCUSA

Presunta vittima una ragazza di 18 anni: l'episodio sul Sacile-Treviso


TREVISO – (gp) Avrebbe rubato un bacio a una ragazza di 18 anni di Treviso dicendole che così facendo avrebbe evitato la multa. Ora quel capotreno 31enne residente a Quinto non solo è chiamato a rispondere di violenza sessuale, ma avendo agito in qualità di pubblico ufficiale gli viene contestata anche la tentata concussione. Già perché oltre al bacio, sempre dietro l'offerta di poter chiudere un occhio sulla sanzione per la mancata obliterazione del biglietto di viaggio, l'imputato avrebbe toccato una coscia alla giovane e le avrebbe sfiorato la mano. Comportamenti molesti già qualificati in fase d'indagine come “fatto lieve”, ma potrebbero portare a una pena molto severa in caso di condanna. L'uomo, dal canto suo, ha sempre respinto le accuse scegliendo di dimostrare la propria innocenza a dibattimento, evitando dunque di scegliere riti alternativi che gli avrebbero garantito uno sconto di pena qualora fosse stato riconosciuto colpevole in sede di udienza preliminare. I fatti risalgono al 21 novembre 2011. La presunta vittima stava viaggiando sul regionale Sacile-Treviso quando le venne chiesto il biglietto dal controllore, nel caso specifico il capotreno. Non avendolo, ed essendo la carrozza praticamente vuota, e quindi senza testimoni, si sarebbe verificato l'episodio contestato. Una volta a destinazione, la ragazza denunciò subito l'accaduto facendo scattare le indagini della magistratura trevigiana.