Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/197: IL RITORNO DI TOGER WOODS

Il campione di nuovo sul green nel "Torneo degli eroi"


NASSAU - Un evento atteso, e da molti auspicato: il fuoriclasse Tiger Woods 41enne di Cypress (California), si rimette in gioco. È sceso in campo dal 30 novembre al 3 dicembre all’Albany Golf Course (par 72) di Nassau, a New Providence sulle isole Bahamas, praticamente a casa sua,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/196: AD ALICANTE LA SFIDA ITALIA - SPAGNA DEI GIORNALISTI

Vincono gli iberici, ma Ŕ festa per tutti


ALICANTE (SPA) - Ad Alicante, il match “Periodistas España-Italia”, la tradizionale sfida dei giornalisti spagnoli nostri antagonisti, in un clima di grande amicizia. È il più cordiale e allegro tra gli incontri internazionali che nella stagione vede i giornalisti...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fermato dalla Polizia in viale IV Novembre, ha pure rifiutato gli accertamenti di legge

AL VOLANTE SOTTO COCAINA E SENZA PATENTE: 40ENNE IN GUAI GROSSI

La sua Bmw X6 dovrÓ rimanere in garage per i prossimi 30 giorni


TREVISO – (gp) Beccato al volante della sua Bmw X6 senza patente, in quanto revocata, e sotto l'effetto di cocaina, infrazioni alle quali si è aggiunto in seguito il rifiuto di sottoporsi al controllo in ospedale. Oltre al fermo amministrativo del mezzo per 30 giorni, i guai cominciano adesso per un 40enne trevigiano fermato per un controllo in viale Iv Novembre da una volante della Polizia di Treviso. L'uomo, in evidente stato di agitazione, aveva detto inizialmente agli agenti di essere nervoso perchè aveva dimenticato a casa la patente. Un rapido controllo nel database lo aveva però presto smascherato: la patente gli era stata revocata nel 2011 per guida in stato d'ebbrezza e lui non aveva più sostenuto gli esami necessari per riottenerla. Scoperta la prima bugia, il 40enne aveva deciso di vuotare il sacco dicendo agli agenti di aver assunto cocaina sia la sera prima del controllo che qualche ora prima di mettersi al volante. Una dichiarazione che pensava potesse bastare, ma gli agenti, per legge, erano tenuti a sottoporlo al controllo in ospedale. Controllo che l'uomo si è rifiutato di fare facendo scattare un'ulteriore denuncia, ovvero quella di rifiuto di sottoporsi agli accertamenti di polizia. Circostanza che aggrava la posizione dell'uomo anche in vista del processo.