Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Processo da rifare per l'ideatore del delitto: la custodia cautelare scade tra otto mesi

MASSACRO DI GORGO: AD APRILE STAFA POTREBBE TORNARE LIBERO

Pena definitiva per Alin Bogdaneanu: il basista dovrà scontare 18 anni


GORGO AL MONTICANO – (gp) Naim Stafa, l'albanese 38enne considerato l'ideatore del massacro dei coniugi Pelliciardi, trucidati il 21 agosto 2007 nella dependance di villa Durante a Gorgo al Monticano, potrebbe tornare libero entro fine aprile. La Corte di Cassazione, rigettando il ricorso presentato dall'avvocato Catia Salvalaggio per Alin Bogdaneanu (25enne romeno considerato il basista del delitto) e rendendo dunque definitiva la pena a 18 anni di reclusione, ha invece accolto quello presentato dall'avvocato Sabrina Dei Rossi, il legale di Stafa condannato in primo e secondo grado all'ergastolo. Per l'ideatore del duplice omicidio di Guido Pelliciardi e Lucia Comin dunque si dovrà tornare a Venezia e celebrare un nuovo processo d'appello: i giudici romani infatti hanno stabilito che le aggravanti della crudeltà e delle sevizie e dei futili motivi non possono essere contestate a una persona che materialmente non ha commesso l'omicidio o comunque, se venissero riconosciute, devono essere motivate diversamente. Una decisione che però pone un problema non di poco conto: a marzo infatti scadono i termini di custodia cautelare di sei anni e sei mesi per Naim Stafa, che dunque potrebbe tornare in libertà in attesa di giudizio. E' facile presumere che l'uomo, una volta uscito di cella, si renda irreperibile e dunque, anche a pena definitiva, riesca a evitare di scontare l'eventuale condanna. Si tratta dunque di una corsa contro il tempo, dilatato grazie ai sette mesi di sospensione (i termini di custodia sarebbero infatti di sei anni, che scadrebbero nello specifico il 4 settembre) conseguenti la richiesta di spostare il processo d'appello a Trento presentata a suo tempo (nel luglio 2012) dai legali degli imputati. Quel ricorso fu rigettato ma i termini di custodia cautelare vennero sospesi in attesa della decisione dei giudici veneziani. Una circostanza che comunque assicura di tenere in carcere Stafa, ma al massimo fino ad aprile. Se non si giungerà a sentenza definitiva entro quel termine, in ogni caso l'ideatore del massacro di Gorgo tornerà libero a tutti gli effetti.