Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, dopo l'auto è il secondo mezzo più pericoloso, più dei motocicli

BICICLETTA SEMPRE PIÙ PERICOLOSA: AUMENTANO LE VITTIME DI INCIDENTI

Nel 2012 sono stati 15 i morti ma il trend è in netto aumento


TREVISO - Aumentano in maniera esponenziale nella Marca le vittime di incidenti stradali che vedono coinvolti i ciclisti. Il trend ha dei numeri a dir poco impressionanti, stando ai dati forniti dalla provincia: pochi anni fa si contavano non più di tre ciclisti morti ogni anni, nel 2011 furono 9, nel 2012 questo numero è salito a 15. Se le vittime della strada restano nella stragrande maggioranza gli automobilisti, gli amanti delle due ruote si sono guadagnati il secondo posto in questa triste classifica, sopravanzando i motociclisti (12 persone decedute nel 2011, 6 lo scorso anno). Le previsioni per quanto riguarda il 2013 sono tutt'altro che benauguranti, anzi: la conta delle vittime è destinato infatti ad aumentare ancora. Il trend sarebbe dovuto anche alla sempre maggior diffusione della passione per le due ruote, complice anche la crisi economica in atto, ma anche all'indisciplina e scarsa attenzione nei confronti dei pericoli.