Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Quinto, l'incidente alle 4.30 di domenica alla rotatoria del "Famila" lungo la Noalese

ARCHITETTO FINISCE FUORI STRADA: CARTELLI DIVELTI E GUARD RAIL SFONDATO

Guidava ubriaco: via la patente all'uomo, un 40enne trevigiano


QUINTO - Ha divelto vari cartelli stradali e sfondato un guard rail, quello della rotatoria nei pressi del supermercato Famila, lungo la Noalese a Quinto di Treviso. L'autore dell'incidente, un architetto trevigiano di 40 anni, si è dileguato dopo lo schianto, avvenuto alle 4.30 del mattino di domenica. La corsa della sua Mercedes Classe A si è interrotta poco dopo, a causa dei danni alla vettura. Il professionista, dopo essersi reso conto di aver perso la targa sul luogo dell'incidente, ha deciso di tornare nei pressi della rotonda dove nel frattempo erano già arrivati i carabinieri, per i rilievi del caso. L'uomo si è giustificato con i carabinieri dicendo di essere stato colpo da un improvviso “colpo di sonno” ma è stato smascherato dall'alcooltest: nel sangue aveva infatti un tasso alcolemico di 1,74 gr/l. Per il 40enne, dopo aver ammesso di aver “bevuto qualche bicchiere di vino”, è scattato il ritiro della patente; a lui saranno addebitati anche i danni provocati dal sinistro.