Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Quinto, l'incidente alle 4.30 di domenica alla rotatoria del "Famila" lungo la Noalese

ARCHITETTO FINISCE FUORI STRADA: CARTELLI DIVELTI E GUARD RAIL SFONDATO

Guidava ubriaco: via la patente all'uomo, un 40enne trevigiano


QUINTO - Ha divelto vari cartelli stradali e sfondato un guard rail, quello della rotatoria nei pressi del supermercato Famila, lungo la Noalese a Quinto di Treviso. L'autore dell'incidente, un architetto trevigiano di 40 anni, si è dileguato dopo lo schianto, avvenuto alle 4.30 del mattino di domenica. La corsa della sua Mercedes Classe A si è interrotta poco dopo, a causa dei danni alla vettura. Il professionista, dopo essersi reso conto di aver perso la targa sul luogo dell'incidente, ha deciso di tornare nei pressi della rotonda dove nel frattempo erano già arrivati i carabinieri, per i rilievi del caso. L'uomo si è giustificato con i carabinieri dicendo di essere stato colpo da un improvviso “colpo di sonno” ma è stato smascherato dall'alcooltest: nel sangue aveva infatti un tasso alcolemico di 1,74 gr/l. Per il 40enne, dopo aver ammesso di aver “bevuto qualche bicchiere di vino”, è scattato il ritiro della patente; a lui saranno addebitati anche i danni provocati dal sinistro.