Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli 84 dipendenti della ditta incrociano le braccia almeno fino a lunedì prossimo

DA 4 MESI SENZA STIPENDIO: ALLA MESTRINARO OPERAI IN SCIOPERO

Chiedono gli arretrati e la cassa integrazione straordinaria per tutti


ZERO BRANCO – (gp) Da 4 mesi senza stipendio, i lavoratori della Mestrinaro hanno deciso di scioperare di fronte ai cancelli dell'azienda di Sant'Alberto di Zero Branco. Gli 84 dipendenti lamentano, sostenuti dalle sigle sindacali, di aver lavorato gratis dallo scorso aprile, in pratica da quando 10 ettari dell'area della Mestrinaro e 5900 tonnellate di inerti erano stati posti sotto sequestro dalla magistratura in merito a un'inchiesta condotta dal Noe dei carabinieri che avrebbe scoperto che tra quel materiale ci sarebbero stati anche rifiuti pericolosi, forse di provenienza ospedaliera. Il sit-in dei lavoratori mira a chiedere il saldo degli stipendi arretrati e l'utilizzo della cassa integrazione straordinaria per far fronte al periodo di inattività. Che in realtà, stando a quanto dicono i lavoratori, non si sarebbe mai fermata anche se limitata al completamento di alcune opere di cantiere. Resta che comunque, stando alle parole dei dipendenti, a lavorare c'andrebbero ogni giorno. E proprio per questo hanno annunciato che lo scipero continuerà almeno fino a lunedì prossimo.