Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Guglielmo Sinibaldi interrogato a Teramo per un raggiro sfumato da 150 mila euro

TENTATA TRUFFA: NUOVI GUAI PER L'EX ESPONENTE DELLA MAGLIANA

A impedirgli di agire l'arresto dei carabinieri a Istrana nel marzo 2012


ROVIGO - (gp) Il suo intento sarebbe stato quello di mettere a segno una truffa da 150 mila euro assieme ad altri due complici. Ma quello di Guglielmo Sinibaldi, ex esponente di prim'ordine della banda della Magliana, rimase un tentativo visto che venne arrestato dai carabinieri di Treviso nel marzo dello scorso anno a Istrana, dove pare stesse cercando rifugio per scampare all'ordine di carcerazione che pendeva sulla sua testa da circa un mese. Da quel giorno Sinibaldi, 54enne di Avezzano in provincia dell'Aquila, si trova rinchiuso nel carcere di massima sicurezza di Teramo per scontare una condanna a un anno 9 mesi e 19 giorni per ricettazione e dove, assistito dall'avvocato Ilaria Pempinella, è stato interrogato proprio in merito alla truffa da 150 mila euro che avrebbe tentato di mettere a segno a Rovigo. Stando alle accuse della procura rodigina Sinigalli, attraverso opportune conoscenze con numerosi istituti di credito conseguite grazie alla sua attività parallela di brokeraggio, avrebbe prospettato l'ottenimento di un mutuo ipotecario trentennale alla titolare di una ditta di Taglio di Po. La donna, credendo che la IW Bank avesse dato parere positivo alla sua richiesta di mutuo, avrebbe cosegnato a Sinibaldi tutti i documenti necessari per avviare la pratica, dal Cud alle buste paga oltre ai documenti personali. Per l'erogazione del mutuo, era inoltre obbligatorio aprire un conto presso l'istituto di credito, cosa che la donna fece sempre attraverso Sinibaldi il quale avrebbe così avuto accesso a tutti i codici relativi a quel conto corrente e, di conseguenza, sarebbe potuto sparire con tutto il denaro una volta erogato il mutuo. Ma i suoi piani sarebbero andati in fumo, a causa dell'arresto operato dai carabinieri a Treviso.