Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il nuovo presidente Aurelio Gatto analizza le criticità del tribunale di via Verdi

"A TREVISO SERVIREBBERO ALMENO ALTRI DIECI GIUDICI IN ORGANICO"

Già fissato un incontro col pres. dell'ordine degli avvocati e col sindaco


TREVISO - (gp) “A Treviso servirebbero almeno altri 10 giudici in organico”. Parola di Aurelio Gatto, il nuovo presidente del tribunale che la prossima settimana prenderà possesso del suo ufficio al quarto piano del palazzo di giustizia di via Verdi. La carenza d'organico è infatti il primo problema a cui il successore di Giovanni Schiavon dovrà far fronte. “La prima criticità, la più grossa e insuperabile, è l'inadeguatezza e le vacanze d'organico. La media nazionale dovrebbe essere di un giudice per ogni 11 mila abitanti. Bene: a Treviso ne abbiamo uno ogni 28 mila – ha dichiarato Aurelio Gatto – In realtà la situazione di sofferenza riguarda tutti i tribunali del Veneto, e purtroppo non è una novità”. Già, perchè anche il ministero si è da tempo reso conto che ci sono tribunali più “privilegiati” di altri. Il capo del dipartimento dell'organizzazione giudiziaria del personale aveva infatti avanzato una proposta di rideterminazione delle piante organiche degli uffici giudiziari di primo grado secondo cui, seguendo la media dei magistrati per numero di abitanti (1 per ogni 11 mila), a Treviso servirebbero 75 giudici. “I criteri correttivi applicati a questa proposta in base al numero degli affari avevano fatto scendere, credo anche comprensibilmente, il numero di giudici a Treviso a 45. Ulteriori correzioni avevano ridotto il numero a 38. Vista la situazione mi viene da dire: magari avere nove giudici in più rispetto ai 34 attuali in organico, di cui solo 29 sono effettivi”. Ma un altro problema da affrontare, oltre alla carenza anche del personale amministrativo che da quindici anni non registra un concorso per le assunzioni, è quello dell'accorpamento delle sedi distaccate. Schivato, per così dire, a Bassano del Grappa, Aurelio Gatto si trova a dover organizzare la chiusura delle tre sedi trevigiane entro il 13 settembre. “La settimana prossima mi vedrò con il presidente dell'ordine degli avvocati. Poi già oggi contatterò anche il sindaco Manildo per fissare un incontro. Conosco bene Treviso – continua Gatto – mi hanno detto che non ci dovrebbero essere grossi problemi in merito agli spazi. Il problema è che c'è anche agosto in mezzo per fare i traslochi. Staremo a vedere”. Nel pomeriggio il nuovo presidente del tribunale sarà comunque a Treviso per incontrare i colleghi e per partecipare all'assemblea in vista del concorso interno per la copertura dei posti successivi all'accorpamento.