Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente Antiga: "Diversificazione territoriale è una variabile strategica"

BANCA PREALPI ACQUISISCE QUATTRO FILIALI DALLA MONSILE

Sedi di Villorba, Treviso S.Maria del Rovere, Jesolo e Cavallino Treporti


TARZO - Si è chiuso il cerchio sulla trattativa, fino ad oggi condotta in via strettamente riservata, per l’acquisizione da parte di Banca Prealpi (Istituto di Credito Cooperativo con Sede a Tarzo con un utile a fine 2012 di oltre 8.000.000 di euro ed un patrimonio superiore ai 207 milioni di euro) di quattro dei 29 sportelli della Monsile, Banca di Credito Cooperativo posta da maggio 2012 in amministrazione straordinaria.

Villorba, Treviso Santa Maria del Rovere, Jesolo e Cavallino Treporti sono le quattro filiali oggetto della transazione che, con il beneplacito di Banca d’Italia, sortirà importanti ricadute per gli assetti strategici di entrambi gli Istituti, nonché per il personale dipendente e per tutta la clientela. “Si tratta –afferma il Presidente di Banca Prealpi Carlo Antiga– di un processo di riorganizzazione territoriale, che abbiamo la possibilità di sviluppare tutto internamente al Credito Cooperativo, all’insegna quindi della continuità operativa e relazionale. Gli effetti positivi sono evidenti per tutti gli attori in gioco”.

B.C.C. di Monsile, ha riconosciuto nell’alleggerimento dei volumi operativi un’efficace strategia per un rapido riequilibrio finanziario delle attività e passività.

Banca Prealpi, alla ricerca di opportunità di diversificazione territoriale (testimoniata anche dalla recente apertura della Sede distaccata di Feltre) ha colto nell’offerta una ulteriore occasione di crescita. “In un contesto congiunturale complesso e difficile come l’attuale -prosegue il Presidente Antiga– la diversificazione territoriale è una variabile strategica di fondamentale importanza: consente infatti di far leva sulla diversità del tessuto imprenditoriale di ciascuna area che risente in maniera anche molto differenziata dell’andamento economico. Ciò genera elementi di compensazione reciproca molto importanti, che permettono di mantenere la banca in una condizione di equilibrio nei valori economici, anche in una situazione di decrescita diffusa”.

Banca Prealpi con queste acquisizioni estende l’area di competenza a quasi cento comuni, distribuiti tra le province di Treviso, Belluno, Pordenone e Venezia.

“Sono certo che i nostri Soci sapranno riconoscere le opportunità e gli elementi positivi insiti in tale progetto –prosegue Antiga- che dimostra più di tante parole come un Credito Cooperativo forte abbia in sé la capacità di giungere naturalmente e senza fratture a nuovi equilibri, valorizzando le opportunità per tutti i soggetti coinvolti”.

 Elementi positivi dell’accordo che il Consiglio di Amministrazione ha sintetizzato in alcuni punti essenziali. In primo luogo l’integrazione del personale delle filiali acquisite nell’organico della Prealpi, in una prospettiva quindi di continuità dei rapporti di lavoro e di ulteriore sviluppo professionale. In secondo luogo, si tratta come enunciato di un progetto a somma positiva, che ha una valenza sistemica e strategica assieme e rappresenta un’occasione di miglioramento dell’efficienza. Infine per tutta la clientela, che potrà contare sull’assoluta continuità operativa e relazionale con un solido e storico Istituto del credito cooperativo. Quanto alle date di realizzazione del progetto, si parla di scadenze brevi, che saranno comunque dettate dall’Organo di vigilanza.