Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/235: ALLA MONTECCHIA LA COPPA DEL MONDO DI TURKISH AIRLINES

Fa tappa in Veneto il campionato amatoriale sostenuto dalla compagnia aerea


SELVAZZANO DENTRO - Con una certa curiosità ho aderito all’invito propostomi dalla compagnia aerea, di partecipare al Turkish Airlines World Golf Cup 2018, inviatomi per tramite dell’Ufficio Stampa italiano della stessa; bello, han fatto le cose molto bene, degne del Club che li...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/234: MOLINARI DECISIVO NELLA RYDER CUP

L'azzurro trascina l'Europa alla vittoria sugli Usa


PARIGI - La tanto attesa storica sfida che ogni due anni mette in competizione gli Stati Uniti d’America e il Vecchio Continente, l’unica competizione in cui l’Europa ha una propria “Nazionale”, gioca sotto un’unica bandiera. I previsti 270mila spettatori, hanno...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/233: FEDEX CUP, IL RITORNO ALLA VITTORIA DI WOODS

Tiger trionfa ad Atlanta, classifica finale a Justin Rose


TREVISO - Istituita nel 2007, la FedEx Cup è un insieme di quattro tornei settimanali del PGA Tour; è una corposa manifestazione di Golf, con il merito di aver introdotto, per prima, il sistema playoff nel golf professionistico. Le gare infatti, quattro, che sono anche la conclusione...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Jesolo, così il governatore chiude la polemica per gli insulti al ministro Kyenge

ZAIA PUNISCE STIVAL: VIA LE DELEGHE

Svolta per "evitare ogni forma di imbarazzo o strumentalizzazione"


JESOLO - “All'assessore Stival toglierò la delega all'immigrazione e la terrò io per evitare ogni forma di imbarazzo e strumentalizzazione in qualsiasi senso”. Con queste parole il governatore del Veneto pone fine alle polemiche relative alle offese espresse nei confronti del ministro per l'integrazione Cecile Kyenge. Una sorta di punizione quella imposta dal governatore. Daniele Stival manterrà le deleghe alla protezione civile, caccia e identità veneta. Queste le parole di Luca Zaia.