Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, mercoledì sera ha ferito gravemente, a colpi d'ascia, l'ex moglie

BRUTALE AGGRESSIONE, È CACCIA ALL'UOMO

Stefano Rizzo, impiegato Tlc di 54 anni, avvistato stamani alle 8.15


CONEGLIANO - Dopo aver torturato e ferito a colpi d'ascia l'ex moglie, Giannangela Gigliotti (nella foto), la 54enne dipendente amministrativa dell'Ulss7, aggredita nel suo appartamento di Parè di Conegliano mercoledì sera, è come sparito nel nulla. Continua la caccia all'uomo da parte dei carabinieri, impegnati nelle ricerche di Stefano Rizzo, 54enne di Mareno di Piave, impiegato commerciale di Asco Tlc. L'uomo è in fuga da quasi 48 ore ed i militari stanno letteralmente passando al setaccio tutta la zona della Sinistra Piave. Sparito lui e pure la sua auto, un'utilitaria Fiat bianca che era stata vista fuggire dai alcuni residenti dalla palazzina di via Vecchia Trevigiana, teatro dell'aggressione ai danni dell'ex moglie. Il mezzo però sarebbe stato visto transitare attraverso il casello di San Vendemiano alle 8.15 del mattino: una segnalazione che è giunta ai carabinieri ed è ora tutta da verificare. Rizzo, prima di recarsi a casa della donna, aveva abbandonato a casa il telefono cellulare e lasciato un biglietto all'attuale convivente che qualche mese fa lo ha reso padre di un figlio. “Vado ad uccidere mia moglie e poi buttate le mie ceneri nel Piave”: questo il testo del biglietto, a dir poco raggelante che potrebbe rivelare un piano suicida del 54enne. A motivare lo scontro tra i due ex coniugi sarebbero stati motivi economici: gli alimenti che l'uomo versava alla donna e che lui avrebbe voluto ridurre. Le condizioni di Giannangela Gigliotti restano per ora stabili ma sempre molto gravi a causa delle ferite riportate al collo, alle braccia, alla schiena e alle mani. L'ex marito le aveva infatti reciso a colpi di mannaia ben tre dita rischiando di farla morire per dissanguamento.