Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Finora un centinaio di manifestazioni all'anno: sconti sulle imposte per 30mila euro

IL PATROCINIO DEL COMUNE SOLO AD EVENTI SELEZIONATI

Allo studio un regolamento: criteri più rigidi per la concessione


TREVISO - Stop al patrocinio del Comune a qualunque sagra, convegno improbabile, torneo sportivo. Ca' Sugana inaugura una linea di maggior rigore nella concessione del proprio patronato ufficiale: l'amministrazione sta mettendo a punto un apposito regolamento, per dettare criteri più rigorosi per chi ambisce ad organizzare una manifestazione sotto l'egida comunale. In passato, tali eventi ammontavano a circa un centinaio all'anno in media, ma - ammette l'assessore alla Cultura Luciano Franchin -, individuati spesso con criteri non troppo precisi. Due le motivazioni alla base della nuova linea. La prima è di natura economica: il patrocinio consiste in uno sconto di circa il 50 per cento sugli oneri per le affissioni dei manifesti e in agevolazioni su altre imposte, come l'occupazione di suolo pubblico o l'affitto di sale pubbliche. Il mancato incasso dovuto alle riduzioni della tassa sulle affissioni è quantificato in circa 4mila euro l'anno scorso, a cui vanno sommati poi gli altri benefici, per un totale intorno ai 30mila euro di minori entrate. Risorse di cui lo stesso Comune potrebbe essere chiamato a rispondere dalla Corte dei conti, nel caso di concessioni prive di ragioni solide. Ma soprattutto in Municipio vogliono fare in modo che l'“imprimatur” istituzionale possa andare solo ad avvenimenti di comprovata qualità e con finalità rivolte alla cittadinanza.