Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

"Per rilanciare il centro occorre riportare i residenti"

"IL 50% DELLE AREE COMMERCIALI A RISCHIO DISMISSIONE"

L'analisi del presidente della Confcommercio Guido Pomini


TREVISO - Già metà delle aree industriali, nella Marca, sono ormai in disuso. Il rischio è che a breve succeda lo stesso anche per i parchi commerciali, sorti in gran numero negli ultimi decenni ed ora vittime del crollo dei consumi. La previsione è del presidente dell'Ascom Confcommecio provinciale, Guido Pomini. Da tempo l'associazione sollecita la necessità di porre un freno al consumo di territorio e di avviare operazioni di riconvesione dei centri commerciali. "Non per una difesa corporativa dei negozi tradizionali - spiega Pomini -, ma perchè avevamo capito forse prima di altri che la crisi non risparmia nessuno: piccoli e grandi". Quanto a poli commerciali specializzati, il leader degli imprenditori del terziario ne vedrebbe bene uno in centro a Treviso: "Ce ne sono in tutte le città europee, i contenitori vuoti dove realizzarli non mancano". Per il rilancio del centro e delle sue attività imprenditoriali, però, Pomini considera prioritario riportare residenti entro Mura, magari favorendo, tramite oneri di urbanizzazione, la realizzazione di tipologie immobiliare più consone ai nuovi stili di vita dei giovani.

Vi riproponiamo l'intervista integrale a Guido Pomini, presidente dell'Unascom Confcommercio, andata in onda su Buongiorno Veneto Uno.