Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, vittima un 20enne che riesce a dare l'allarme al 113, raid per un debito

DEBITO NON PAGATO, PICCHIATO E MINACCIATO CON UN'ACCETTA

Arrestati per sequestro di persona e lesioni due uomini di 30 e 40 anni


CARBONERA - Pestato a sangue con calci e pugni, preso a manganellate al volto e minacciato con un'accetta. Notte di paura per un 20enne di Carbonera, malmenato selvaggiamente da un 30enne di origini romane, Daniele Grottanelli e da un 40enne trevigiano, Ivan Pozzobon. Entrambi sono stati arrestati dalla polizia per sequestro di persona e lesioni aggravate. E' proprio la vittima dell'agguato ad essere riuscito a dare l'allarme al 113 poco prima del pestaggio; gli aggressori hanno poi lanciato il suo cellulare fuori dal finestrino, impedendogli di fornire indicazioni più precise su dove si trovasse. Le volanti, dopo un'ora di ricerche, hanno rintracciato verso le 23 un'auto, una Alfa Romeo, in una zona di campagna: a bordo c'era il 20enne ancora in balia dei suoi due aguzzini che sono stati subito bloccati ed ammanettati. Il ragazzo, sotto choc e ferito, è stato portato al pronto soccorso del Ca' Foncello ed ha riportato lesioni per una prognosi di 15 giorni. All'interno del mezzo è stata recuperata l'accetta, un manganello, sassi ed altro materiale. A provocare quella che ha tutti i crismi della spedizione punitiva sarebbe stato un debito di duemila euro che il 20enne avrebbe accumulato con i due aggressori. Del caso si occuperà ora anche la squadra mobile di Treviso.

Galleria fotograficaGalleria fotografica