Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, entrambi negano il sequestro di persona, le loro versioni sono al vaglio

IL 20ENNE DI VASCON AGGREDITO PER UN DEBITO DI 4MILA EURO

Interrogati stamani dal gip Daniele Grottanelli e Ivan Pozzobon


TREVISO - Il gip Mascolo del tribunale di Treviso ha convalidato l'arresto di Daniele Grottanelli, 30enne di origini romane e Ivan Pozzobon, 40enne trevigiano. Entrambi, arrestati dalla polizia nella serata di giovedì dopo aver malmenato e minacciato un 20enne di Vascon, Marco Toffoletto, sono accusati di sequestro di persona e lesioni aggravate. I due uomini, ancora rinchiusi nel carcere di Santa Bona, hanno deciso di rispondere alle domande del giudice per le indagini preliminari: negano il sequestro di persona e l'utilizzo del manganello per picchiare il 20enne ma soprattutto hanno fornito una prima motivazione al pestaggio. Grottanelli e Pozzobon vantavano nei confronti del ragazzo un credito di circa 4mila euro, accumulato nel tempo. Le loro versioni e quella fornita dalla vittima del pestaggio ancora non convincono pienamente gli investigatori. Ulteriori accertamenti per verificare i racconti dei protagonisti di questo caso saranno svolti nelle prossime ore dalla squadra mobile. L'avvocato Letizia Perpinel, legale difensore di Daniele Grattanelli e Ivan Pozzobon, ha già presentato richiesta di riesame per entrambi i suoi assistiti, chiedendone la scarcerazione.