Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, entrambi negano il sequestro di persona, le loro versioni sono al vaglio

IL 20ENNE DI VASCON AGGREDITO PER UN DEBITO DI 4MILA EURO

Interrogati stamani dal gip Daniele Grottanelli e Ivan Pozzobon


TREVISO - Il gip Mascolo del tribunale di Treviso ha convalidato l'arresto di Daniele Grottanelli, 30enne di origini romane e Ivan Pozzobon, 40enne trevigiano. Entrambi, arrestati dalla polizia nella serata di giovedì dopo aver malmenato e minacciato un 20enne di Vascon, Marco Toffoletto, sono accusati di sequestro di persona e lesioni aggravate. I due uomini, ancora rinchiusi nel carcere di Santa Bona, hanno deciso di rispondere alle domande del giudice per le indagini preliminari: negano il sequestro di persona e l'utilizzo del manganello per picchiare il 20enne ma soprattutto hanno fornito una prima motivazione al pestaggio. Grottanelli e Pozzobon vantavano nei confronti del ragazzo un credito di circa 4mila euro, accumulato nel tempo. Le loro versioni e quella fornita dalla vittima del pestaggio ancora non convincono pienamente gli investigatori. Ulteriori accertamenti per verificare i racconti dei protagonisti di questo caso saranno svolti nelle prossime ore dalla squadra mobile. L'avvocato Letizia Perpinel, legale difensore di Daniele Grattanelli e Ivan Pozzobon, ha già presentato richiesta di riesame per entrambi i suoi assistiti, chiedendone la scarcerazione.