Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La replica di Gnocchi: "Solo curriculum poi sottoposti alla selezione"

M5S ACCUSA IL SUO CONSIGLIERE: "HA CANDIDATO FIDANZATA E COLLEGHE"

Giallo sui nomi da proporre per il Parco del Sile


TREVISO - Le candidature per il Parco del Sile mandano in fibrillazione il Movimento 5 Stelle. Ma stavolta, almeno a stare all'accusa, la casta sarebbe tutta all'interno degli stessi grillini. Alessandro Gnocchi, unico rappresentante ai Trecento dell'M5S, sta presiedendo la seduta del Consiglio comunale in qualità di vicepresidente (il titolare Franco Rosi è in viaggio), quando via mail arriva un comunicato in cui i compagni cittadini del movimento si dissociano dai nomi proposti dallo stesso Gnocchi per l'ente parco. Le nomine dei rappresentanti del Comune nell'organismo sono uno dei punti all'ordine del giorno della seduta dell'assemblea cittadina. I candidati in questione sono Vania Agostinetto, Caterina Gemma e Enrica De Luchi, tutte funzionarie della Provincia di Treviso, ovvero l'ente per il quale lavora anche Gnocchi. E l’ultima delle tre pure fidanzata del consigliere. “Il Movimento 5 Stelle è sempre stato contro i nepotismi, clientelismi e poltronifici – si legge nella nota -. Avremmo preferito candidati altrettanto qualificati ma non così vicini al punto di essere colleghi del consigliere. Queste scelte possono far emergere il sospetto che siano favoritismi nei confronti di persone amiche”.

La vicenda, tuttavia, presenta un piccolo giallo. Gnocchi conferma di aver raccolto alcuni curriculum e di averli poi sottoposti per la selezione all'apposita commissione del consiglio comunale, scartando quelli che non avevano le competenze richieste e quelli di persone con legami personali con lui. Non ritenendo, invece, un elemento inopportuno una “comunanza” professionale. Tanto che alla fine, della terna di nomi in questione, solo quello di Vania Agostinetto è stato poi messo ai voti in Consiglio, peraltro ricevendo un unica preferenza, mentre risultano eletti Romeo Scarpa e Raffaella Mulato, per la maggioranza, e Nicola Torresan, presidente uscente, per le minoranze.