Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La replica di Gnocchi: "Solo curriculum poi sottoposti alla selezione"

M5S ACCUSA IL SUO CONSIGLIERE: "HA CANDIDATO FIDANZATA E COLLEGHE"

Giallo sui nomi da proporre per il Parco del Sile


TREVISO - Le candidature per il Parco del Sile mandano in fibrillazione il Movimento 5 Stelle. Ma stavolta, almeno a stare all'accusa, la casta sarebbe tutta all'interno degli stessi grillini. Alessandro Gnocchi, unico rappresentante ai Trecento dell'M5S, sta presiedendo la seduta del Consiglio comunale in qualità di vicepresidente (il titolare Franco Rosi è in viaggio), quando via mail arriva un comunicato in cui i compagni cittadini del movimento si dissociano dai nomi proposti dallo stesso Gnocchi per l'ente parco. Le nomine dei rappresentanti del Comune nell'organismo sono uno dei punti all'ordine del giorno della seduta dell'assemblea cittadina. I candidati in questione sono Vania Agostinetto, Caterina Gemma e Enrica De Luchi, tutte funzionarie della Provincia di Treviso, ovvero l'ente per il quale lavora anche Gnocchi. E l’ultima delle tre pure fidanzata del consigliere. “Il Movimento 5 Stelle è sempre stato contro i nepotismi, clientelismi e poltronifici – si legge nella nota -. Avremmo preferito candidati altrettanto qualificati ma non così vicini al punto di essere colleghi del consigliere. Queste scelte possono far emergere il sospetto che siano favoritismi nei confronti di persone amiche”.

La vicenda, tuttavia, presenta un piccolo giallo. Gnocchi conferma di aver raccolto alcuni curriculum e di averli poi sottoposti per la selezione all'apposita commissione del consiglio comunale, scartando quelli che non avevano le competenze richieste e quelli di persone con legami personali con lui. Non ritenendo, invece, un elemento inopportuno una “comunanza” professionale. Tanto che alla fine, della terna di nomi in questione, solo quello di Vania Agostinetto è stato poi messo ai voti in Consiglio, peraltro ricevendo un unica preferenza, mentre risultano eletti Romeo Scarpa e Raffaella Mulato, per la maggioranza, e Nicola Torresan, presidente uscente, per le minoranze.