Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Forno di Zoldo, si stavano calando dalla vetta ma sono rimasti impigliati

RESTANO SOSPESI NEL VUOTO, SALVATI DAL SOCCORSO ALPINO

Paura per un 45enne di Mogliano ed una 35enne di Bressanone


FORNO DI ZOLDO - Dopo aver scalato la via Ducapa-Sommavilla-Conti allo Spiz Mary, gruppo Spiz di Mezzodì, due alpinisti, un uomo e una donna, A.B., 45 anni, di Mogliano Veneto (TV), e S.F., 35 anni, di Bressanone (BZ), hanno iniziato a calarsi con le doppie, ma subito le corde sono rimaste impigliate nella roccia, con loro sospesi su uno strapiombo. Contattato attorno alle 15, il 118 ha inviato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, mentre un soccorritore della Stazione della Val di Zoldo si preparava in piazzola in località Campo per un eventuale supporto alle operazioni. I due rocciatori sono stati assicurati e recuperati dal tecnico del Soccorso alpino di turno con l'equipaggio, avvicinato alla parete, a circa 2.200 metri di quota, con un gancio baricentrico di 75 metri, per essere poi trasportati fino a Campo.