Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Abolito il contestatissimo documento sulla responsabilità tributaria

IL SENATO CANCELLA IL DURT ESULTANO GLI IMPRENDITORI DI MARCA

Pozza (Confartigianato): "Posto rimedio ad una provocazione"


TREVISO - “E' stato posto rimedio ad una vera e propria provocazione”. Così Mario Pozza, presidente della Confartigianato della Marca, accoglie l'abolizione del Durt, decisa dalle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio del Senato. Il Documento unico di responsabilità tributaria era una certificazione che avrebbe dovuto essere richiesta, in particolare, alle aziende intenzionate a partecipare ad appalti pubblici. L'ulteriore adempimento, sommandosi ad una burocrazia già colossale, aveva suscitato una levata di scudi in pressoché tutte le associazioni imprenditoriali.

“La soluzione però rimane incompleta se non sarà accompagnata dalla definitiva soppressione della responsabilità solidale negli appalti, ulteriore macigno sulla strada delle imprese, del lavoro e dello sviluppo”, ribadisce il leader degli artigiani della Marca. La Confartigianato della Marca, nei giorni scorsi, prima passo indietro deciso a palazzo Madama, aveva minacciato anche una manifestazione di piazza dei piccoli imprenditori, a Treviso, contro il provvedimento. “La fermezza, la decisione dell’artigianato e delle piccole imprese hanno contribuito al cambio di rotta – esulta Pozza -. Ma riteniamo comunque insopportabile l’attuale livello di pressione fiscale e di oppressione burocratica e di discriminazioni verso la piccola e microimpresa”.