Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La polizia setaccia i tabulati: l'autore rischia una denuncia per procurato allarme

ALLARME BOMBA, PAURA ALLE POSTE DI SANTA MARIA DEL ROVERE

Una telefonata alle 11.30: "Centomila euro, o faccio saltare tutto"


TREVISO - Allarme bomba all'ufficio postale di piazza Martiri Belfiore, a Santa Maria del Rovere. Poco prima delle 11.30, nell'agenzia è arrivata una telefonata anomina ed una voce ha intimato: "Se non mi date centomila euro, faccio saltare l'ufficio". E per rafforzare il concetto, ha ripetuto: "Questo non è uno scherzo". Temendo il gesto sconsiderato di un folle, il personale ha allertato immediatamente la Polizia. In piazza, in pochi minuti sul posto sono giunte due Volanti: gli agenti, bloccati gli accessi, hanno compiuto una verifica. Dopo aver accertato l'assenza di ordigni, l'attività ha potuto riprendere regolarmente. Ora sul fatto indaga la Squadra Mobile: il mitomane rischia una denuncia per procurato allarme.

Galleria fotograficaGalleria fotografica