Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Plauso di Zaia: "Si deve scendere a 150 enti in Veneto, così si risparmia un miliardo"

VIA UFFICIALE ALLA FUSIONE TRA SAN POLO DI PIAVE E ORMELLE

Dall'accorpamento nascerà il comune unico LiaPiave


S. POLO DI PIAVE - Via ufficiale alla fusione tra San Polo di Piave e Ormelle. E' stato sancito oggi l'avvio dell'iter che porterà all'aggregazione tra i due comuni trevigiani e alla nascita, nei prossimi mesi, di un unica realtà amministrativa, battezzata LiaPiave. Ad applaudire all'iniziativa, insieme ai sindaci dei due Comuni, Vittorio Andretta per S. Polo ed Andrea Manente per Ormelle, al presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro, e all’assessore regionale Franco Manzato, anche Luca Zaia. Il governatore anzi ha invitato anche altri enti locali a seguire l'esempio “I cittadini hanno già capito che da accorpamenti e fusioni tra amministrazioni locali derivano migliori servizi ed economie di scala”, ha ribadito Zaia. Secondo le stime quantificate da un team di giuristi ed esperti messo insieme dalla Regione, i risparmi ottenibili dall'unione di comuni ammontano ad un miliardo di euro. Risorse, ha sottolineato Zaia, che potranno ritornare al territorio sotto forma di investimenti.

“A livello regionale, seguiamo con grande interesse e attenzione le fusioni tra Comuni, 15 delle quali sono già annunciate – ha annunciato il governatore -. Continuiamo a credere che dai 581 Comuni attuali, si possa arrivare ad una configurazione a livello regionale che non superi i 150”. Per accompagnare questo percorso la Regione ha già stanziato un milioni e 850 mila euro per il piano di riordino territoriale, mentre a breve saranno disponibili altri 3 milioni per gli incentivi.

“Mi auguro – ha detto ancora Zaia – che queste fusioni non siano accompagnate o seguite da contrasti tra fazioni: sarebbe una delusione soprattutto per i cittadini”