Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Gli investigatori stanno ricostruendo i passaggi di mano delle opere

I QUADRI RUBATI IN CARDIOLOGIA POTREBBERO ESSERE STATI VENDUTI

Delle tre tele di Riccardo Licata, una forse è andata distrutta


TREVISO - I ladri avrebbero già tentato di piazzare due tele sul mercato, mentre si sarebbero sbarazzati di una terza, forse distruggendola. Sarebbe questa, secondo indiscrezione, la sorte dei tre quadri del pittore Riccardo Licata, rubati tra il 16 luglio e il primo agosto scorsi nel reparto di Cardiologia dell'ospedale di Treviso. Le opere, del valore complessivo di circa 10mila euro, infatti, erano esposte nell'ambito di una mostra “L'arte fa bene al cuore” organizzata nell'unità operativa del Ca' Foncello come supporto ai pazienti ed ai ricoverati. Una persona risulta indagata per il furto, ma non è confermato che si tratti di un dipendente dell'Ulss. Gli investigatori della Squadra mobile sono al lavoro per risalire agli autori del colpo e recuperare le opere d'arte: poiché il reparto non è dotato di impianto di videosorveglianza, gli inquirenti starebbero cercando soprattutto di ricostruire i vari passaggi dopo il furto. Le tele, infatti, potrebbero già essere state immesse nel circuito commerciale per essere smerciate, finendo anche in mano ad intermediari ignari della loro provenienza illecita.