Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un pensionato e un camionista in manette per produzione di sostanze stupefacenti

MARIJUANA COLTIVATA TRA IL MAIS: ARRESTATI SUOCERO E GENERO

Castelfranco, sequestrate dai carabinieri 115 piante in via Sabbionare


CASTELFRANCO VENETO – (gp) Si sono improvvisati coltivatori di marijuana e sono stati arrestati per produzione di sostanze stupefacenti. Nei guai con la giustizia sono finiti suocero e genero di Castelfranco Veneto, il primo pensionato e il secondo camionista. Dopo una decina di giorni di indagini e appostamenti, i carabinieri della città del Giorgione li hanno scoperti mentre annaffiavano le piante (115 in tutto), che si trovavano nascoste in un campo di mais di via Sabbionare non di proprietà dei due arrestati. A portare alla luce la coltivazione di marijuana sono stati gli stessi militari castellani con l'ausilio dell'elicottero dei carabinieri, dotato di una speciale telecamera capace di identificare dall'alto il tipo di coltivazione utilizzando dei filtri particolari che distinguono le varie gradazioni di verde. Dal cielo si è poi passati al controllo a terra, e infine al blitz che ha colto sul fatto i due uomini, che sono stati messi agli arresti domiciliari in attesa della convalida dell'arresto. Gli inquirenti stanno ora valutando se fossero già in possesso di un canale per lo spaccio della droga.


Galleria fotograficaGalleria fotografica