Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Le imprese venete hanno già versato 18 milioni per un servizio mai avuto"

RUBINATO: "BENE LO STOP AL SISTRI, ORA SI PROCEDA CON I RIMBORSI"

La deputata appoggia il blocco del sistema sui rifiuti pericolosi


RONCADE - “Il ministro Zanonato ha annunciato ieri che è intenzione sua e del ministro dell’ambiente, Orlando, cancellare l’obbligo di tracciabilità, attraverso il Sistri, sui rifiuti non pericolosi, con un risparmio per le imprese di circa un miliardo di euro. Bene, si tratta di un annuncio importante. Per esercitare un controllo sul movimento dei rifiuti, infatti, non serve un nuovo sistema, complicato e costoso, basta utilizzare gli strumenti che già diverse regioni italiane, con fatica, si sono costruite nel tempo. La vera spending review si fa eliminando doppioni, sovrapposizioni di competenze e servizi e da questo Governo è doveroso aspettarsi segnali che vanno in tale direzione”. Lo afferma Simonetta Rubinato, deputata del Pd promotrice di molteplici iniziative parlamentari sul Sistri e sulle pesanti ricadute che il nuovo sistema informatico di tracciabilità avrebbe avuto sulle piccole imprese artigianali. “Già da parecchi anni – osserva la parlamentare – alcune regioni italiane gestiscono insieme i dati relativi ai flussi di rifiuti da e per gli impianti di trattamento utilizzando un applicativo web realizzato dalla Lombardia che potrebbe, adeguatamente migliorato e supportato dal Ministero, dare una risposta immediata all’obiettivo della tracciabilità senza alcuna spesa da parte delle aziende. Mi chiedo perché non si possa adottare questo sistema a livello nazionale, dando così risposta concreta alle esigenze di controllo da un lato e di semplificazione dall’altro”.

“Rimane in ogni caso da risolvere – conclude Rubinato – il problema dei contributi, si tratta di oltre 18 milioni di euro nel solo Veneto, già versati dalle imprese per il anni 2010 e 2011 senza avere in cambio alcun servizio e per recuperare i quali le nostre aziende hanno già annunciato azioni legali”.