Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il mister, ex biancoceleste, ha battuto la concorrenza di Lenisa e Realini

SIMONE PIOVANELLI ╚ IL NUOVO ALLENATORE DELL'ACD TREVISO

"Vedrete una squadra offensiva, voglio ridare entusiasmo ai tifosi"


TREVISO - E' Simone Piovanelli il nuovo tecnico dell'ACD Treviso. Fiorentino, 51 anni a ottobre, Piovanelli è stato ex giocatore biancoceleste e, da mister, ha lavorato a Fontanafredda, Godega, Codognè, Oderzo (con promozione in Eccellenza), due anni a Vittorio Veneto, Prata di Pordenone e Mansuè. Ha battuto la concorrenza di Lenisa e Realini. Eccellente conoscitore del campionato di Promozione, sarà lui dunque a guidare la squadra nel primo anno post Corvezzo. "Non è stato facile metterci d'accordo, io e la società, c'era qualche problema da risolvere, compreso quello del mio lavoro, da conciliare con gli allenamenti al pomeriggio, sperando anche di non avere problemi a reperire i giocatori. Ma alla fine ci siamo trovati: da parte mia c'era la voglia di allenare una piazza importante come Treviso: è dall'85 che sono qua, ormai mi sento trevigiano. Inoltre ci metto l'amicizia con i dirigenti e la voglia di far bene. Riguardo la squadra, dovremo trovare giocatori studenti o che lavorano part time: in questo modo le scelte saranno ancora più ristrette." Come intendi il calcio da allenatore? "Tutti oggi si riempiono la bocca di moduli e tattiche, io dico semplicemente che il mio è un calcio offensivo e dinamico, poi dipenderà anche dalla squadra che avrò a disposizione e dagli avversari. Capisco che la Promozione non è una categoria altissima, ma cercheremo pian piano di creare un certo entusiasmo."