Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il mister, ex biancoceleste, ha battuto la concorrenza di Lenisa e Realini

SIMONE PIOVANELLI È IL NUOVO ALLENATORE DELL'ACD TREVISO

"Vedrete una squadra offensiva, voglio ridare entusiasmo ai tifosi"


TREVISO - E' Simone Piovanelli il nuovo tecnico dell'ACD Treviso. Fiorentino, 51 anni a ottobre, Piovanelli è stato ex giocatore biancoceleste e, da mister, ha lavorato a Fontanafredda, Godega, Codognè, Oderzo (con promozione in Eccellenza), due anni a Vittorio Veneto, Prata di Pordenone e Mansuè. Ha battuto la concorrenza di Lenisa e Realini. Eccellente conoscitore del campionato di Promozione, sarà lui dunque a guidare la squadra nel primo anno post Corvezzo. "Non è stato facile metterci d'accordo, io e la società, c'era qualche problema da risolvere, compreso quello del mio lavoro, da conciliare con gli allenamenti al pomeriggio, sperando anche di non avere problemi a reperire i giocatori. Ma alla fine ci siamo trovati: da parte mia c'era la voglia di allenare una piazza importante come Treviso: è dall'85 che sono qua, ormai mi sento trevigiano. Inoltre ci metto l'amicizia con i dirigenti e la voglia di far bene. Riguardo la squadra, dovremo trovare giocatori studenti o che lavorano part time: in questo modo le scelte saranno ancora più ristrette." Come intendi il calcio da allenatore? "Tutti oggi si riempiono la bocca di moduli e tattiche, io dico semplicemente che il mio è un calcio offensivo e dinamico, poi dipenderà anche dalla squadra che avrò a disposizione e dagli avversari. Capisco che la Promozione non è una categoria altissima, ma cercheremo pian piano di creare un certo entusiasmo."