Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Recuperato il bottino da 40mila euro: dopo la rapina, week end a Lignano

ARRESTATI I DUE RAPINATORI DELLA GIOIELLERIA DI CASTELFRANCO

Sono un 43enne e una 21enne, residenti a S. Martino di Lupari


CASTELFRANCO V.TO - Dopo la rapina, lasciato il proprietario malconcio per il brutale pestaggio, avevano venduto alcuni dei gioielli rubati ad un paio di “compro oro” di Oderzo e Gorgo al Monticano e, con i 500 euro ricavati, si erano concessi un fine settimana di festeggiamenti in un hotel di Lignano Sabbiadoro. I Carabinieri di Castelfranco martedì sera hanno fermato i due autori del reato ai danni della gioielleria Zacco, in piazza Giorgione nel capoluogo castellano: Fernando Bortolon, 43 anni, qualche lavoretto come camionista, di fatto nullafacente, precedenti per truffa, è in carcere, in via cautelare, su ordine del giudice. Lei, M. B., 21enne, ha evitato per il momento la prigione solo in virtù del figlio di 11 mesi da accudire: non potrà comunque allontanarsi dal comune di residenza.

Entrambi originari della Castellana, ma attualmente residenti a S. Martino di Lupari, nel padovano, i due, l'8 agosto scorso, erano entrati nella gioielleria di Giorgio Zacco, con la scusa di doversi sposare a settembre si erano fatti mostrare alcune fedi e, appena il titolare era uscito dal bancone, l'avevano picchiato e immobilizzato ed avevano sottratto circa 40mila euro in orologi, anelli ed altri gioielli. Bottino ora in gran parte recuperato dai militari nella loro abitazione, insieme ad un paio di parrucche e del denaro contante.

Si risolve, dunque, in breve tempo una vicenda, che, per la brutalità e per il fatto di essere avvenuta in pieno centro e nel primo pomeriggio, aveva suscitato forte apprensione nella cittadinanza castellana, come sottolinea il colonnello Gianfranco Lusito, comandante provinciale dei Carabinieri.

I militari dell'Arma hanno individuato la coppia con un'indagine “vecchio stile”: il particolareggiato identikit fornito dal negoziante, i riscontri raccolti tra vicini e possibili conoscenti e il fiuto e l'ottima memoria del responsabile della stazione di Castelfranco, che ha collegato le indicazioni con una vecchia denuncia a carico di Bortolon.


Galleria fotograficaGalleria fotografica