Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Recuperato il bottino da 40mila euro: dopo la rapina, week end a Lignano

ARRESTATI I DUE RAPINATORI DELLA GIOIELLERIA DI CASTELFRANCO

Sono un 43enne e una 21enne, residenti a S. Martino di Lupari


CASTELFRANCO V.TO - Dopo la rapina, lasciato il proprietario malconcio per il brutale pestaggio, avevano venduto alcuni dei gioielli rubati ad un paio di “compro oro” di Oderzo e Gorgo al Monticano e, con i 500 euro ricavati, si erano concessi un fine settimana di festeggiamenti in un hotel di Lignano Sabbiadoro. I Carabinieri di Castelfranco martedì sera hanno fermato i due autori del reato ai danni della gioielleria Zacco, in piazza Giorgione nel capoluogo castellano: Fernando Bortolon, 43 anni, qualche lavoretto come camionista, di fatto nullafacente, precedenti per truffa, è in carcere, in via cautelare, su ordine del giudice. Lei, M. B., 21enne, ha evitato per il momento la prigione solo in virtù del figlio di 11 mesi da accudire: non potrà comunque allontanarsi dal comune di residenza.

Entrambi originari della Castellana, ma attualmente residenti a S. Martino di Lupari, nel padovano, i due, l'8 agosto scorso, erano entrati nella gioielleria di Giorgio Zacco, con la scusa di doversi sposare a settembre si erano fatti mostrare alcune fedi e, appena il titolare era uscito dal bancone, l'avevano picchiato e immobilizzato ed avevano sottratto circa 40mila euro in orologi, anelli ed altri gioielli. Bottino ora in gran parte recuperato dai militari nella loro abitazione, insieme ad un paio di parrucche e del denaro contante.

Si risolve, dunque, in breve tempo una vicenda, che, per la brutalità e per il fatto di essere avvenuta in pieno centro e nel primo pomeriggio, aveva suscitato forte apprensione nella cittadinanza castellana, come sottolinea il colonnello Gianfranco Lusito, comandante provinciale dei Carabinieri.

I militari dell'Arma hanno individuato la coppia con un'indagine “vecchio stile”: il particolareggiato identikit fornito dal negoziante, i riscontri raccolti tra vicini e possibili conoscenti e il fiuto e l'ottima memoria del responsabile della stazione di Castelfranco, che ha collegato le indicazioni con una vecchia denuncia a carico di Bortolon.


Galleria fotograficaGalleria fotografica