Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Nel 2011 avevano fatto il colpo alla filiale di viale Luzzati

RAPINA ALLA POPOLARE DI VICENZA, PRESA TUTTA LA BANDA

Identificati anche due fratelli mantovani ed un siracusano


TREVISO - Il 10 giugno del 2011, secondo l'accusa, avevano rapinato la filiale di viale Luzzati della Banca Popolare di Vicenza. Ora tutti i componenti del comando sono stati individuati dalla Squadra Mobile di Treviso e presto potrebbero finire in carcere. Lo scorso giugno era già stato arrestato il 62enne Maurizio Bertan, nativo di Mantova, che aveva perso, all'interno dell'agenzia un piccolo cerotto. Dopo averlo identificato tramite l'esame del dna, in casa sua, a Vicenza, erano state trovate una pistola, un coltello in ceramica e alcune parrucche, usate come travestimento per entrare nella banca insieme a baffi finti. Proprio analizzando i tabulati telefonici e confrontando le immagini delle telecamere di videosorveglianza dell'istituto con i camuffamenti ritrovati, gli investigatori sono riusciti a risalire anche agli altri tre membri della banda. Si tratta di due fratelli, sempre di Mantova, Atos e Sandro Calderoni, rispettivamente del 1953 e del 1956, entrati all'interno dell'agenzia bancaria, e di Salvatore Gambaruzza, 60enne siracusano, ma residente a Modena, l'autista del gruppo.

La rapina trevigiana aveva fruttato loro circa 15mila euro, ma gli inquirenti sospettano i quattro di diversi altri colpi messi a segno in Veneto negli ultimi anni.

I particolari dell'indagine, nelle parole del dirigente della Squadra Mobile di Treviso, Enrico Biasutti.

 


Galleria fotograficaGalleria fotografica