Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Fatale per Giovanni Biasetto, 65enne di Cavrie, è stato l'impatto con il suolo

CICLOAMATORE DECEDUTO PER LA CADUTA E NON PER UN MALORE

Il pm non ha disposto l'autopsia: già firmato il nulla osta per il funerale


SAN BIAGIO DI CALLALTA - (gp) E' stato un tragico incidente, provocato da una frenata brusca. Fatale per Giovanni Biasetto, il 65enne di Cavrie di San Biagio di Callalta, è stato dunque l'impatto con il suolo dopo la rovinosa caduta nel corso del Memorial Luigi Zanchetta, prima prova del campionato di ciclismo Razza Piave 2013 in corso a Ponte di Piave. L'ipotesi del malore è stata infatti scartata dagli inquirenti, tanto che il pm Valeria Sanzari ha già firmato il nulla osta per la sepoltura decidendo di non disporre l'autopsia sul corpo dello sfortunato cicloamatore. Stando a quanto raccontato dai ciclisti che seguivano il 65enne nel corso della gara, Biasetto avrebbe tentato di fermare la propria bicicletta per evitare di investire i colleghi che lo precedevano rimasti coinvolti in una caduta. Era il secondo giro del circuito, all'altezza del sottopasso di Rustignè in via Callalta, quando Biasetto (tesserato per il team Bertolo di Massanzago, in provincia di Padova) avrebbe frenato all'improvviso. Una frenata forse troppo brusca, tanto che la ruota anteriore della bicicletta si sarebbe bloccata proiettando in avanti il 65enne di Cavrie il quale, sbilanciato, sarebbe così caduto rovinosamente a terra. L'uomo ha accusato dolori diffusi ed è stato subito soccorso dall'ambulanza del servizio assistenza, che lo ha poi trasportato al pronto soccorso dell'ospedale di Oderzo. Un'ora più tardi però il cuore di Giovanni Biasetto ha smesso di battere, nonostante i tentativi dei sanitari di salvargli la vita.