Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interrogato il 43enne autore della rapina alla gioielleria Zacco di Castelfranco Veneto

FERNANDO BORTOLON CONFESSA E SI SCUSA: "UN COLPO DI MATTO"

La compagna e complice parlerà con il giudice martedì prossimo


CASTELFRANCO V.TO – (gp) Ha confessato tutto, ha ammesso ogni responsabilità, si è detto pentito di quello che ha fatto definendolo un "colpo di matto". Insomma non ha cercato giustificazioni Fernando Bortolon, il 43enne arrestato dai carabinieri di Treviso e considerato l'autore della rapina alla gioielleria Zacco di Castelfranco Veneto, dell'8 agosto scorso. La compagna, la 21enne M.B. attualmente sottoposta all'obbligo di dimora a San Martino di Lupari, verrà invece interrogata martedì prossimo a Padova per rogatoria. Difeso dall'avvocato Salvatore Cianciafara, Bortolon è comparso di fronte al gip Angelo Mascolo sostenendo di non spiegarsi il perchè di aver compiuto quella rapina, pur dicendo di essere preoccupato a livello economico per poter mantenere il figlio della coppia che ha appena 11 mesi. Bortolon per il momento rimane rinchiuso nel carcere di Santa Bona ma il suo legale ha già fatto sapere che la prossima settimana presenterà, sulla scorta delle dichiarazioni rese al giudice, una richiesta di modifica della misura cautelare.