Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Interrogato il 43enne autore della rapina alla gioielleria Zacco di Castelfranco Veneto

FERNANDO BORTOLON CONFESSA E SI SCUSA: "UN COLPO DI MATTO"

La compagna e complice parlerà con il giudice martedì prossimo


CASTELFRANCO V.TO – (gp) Ha confessato tutto, ha ammesso ogni responsabilità, si è detto pentito di quello che ha fatto definendolo un "colpo di matto". Insomma non ha cercato giustificazioni Fernando Bortolon, il 43enne arrestato dai carabinieri di Treviso e considerato l'autore della rapina alla gioielleria Zacco di Castelfranco Veneto, dell'8 agosto scorso. La compagna, la 21enne M.B. attualmente sottoposta all'obbligo di dimora a San Martino di Lupari, verrà invece interrogata martedì prossimo a Padova per rogatoria. Difeso dall'avvocato Salvatore Cianciafara, Bortolon è comparso di fronte al gip Angelo Mascolo sostenendo di non spiegarsi il perchè di aver compiuto quella rapina, pur dicendo di essere preoccupato a livello economico per poter mantenere il figlio della coppia che ha appena 11 mesi. Bortolon per il momento rimane rinchiuso nel carcere di Santa Bona ma il suo legale ha già fatto sapere che la prossima settimana presenterà, sulla scorta delle dichiarazioni rese al giudice, una richiesta di modifica della misura cautelare.