Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Chiesto un incontro con il commissario e pronta una riunione con tutta la base

MONSILE, SOCI CONTRO L'OK DI BANKITALIA AL PROSSIMO CONSIGLIO

Il presidente del comitato: "Così solo tecnici slegati dal territorio"


MONASTIER - Soci in subbuglio alla Banca di credito cooperativo di Monastier e del Sile. Il Comitato che raccoglie alcune centinaia di soci della bcc è pronto a contrastare la proposta di un gradimento della Banca d'Italia sui candidati alle prossime elezioni per il consiglio di amministrazione dell'istituto. L'ipotesi di modifica dello statuto è stata avanzata dal commissario della Monsile, Claudio Puerari, negli incontri avvenuti con i soci alla fine di luglio. Secondo i rappresentanti del comitato, però, una simile clausola, di fatto, “darebbe vita ad un commissariamento perpetuo”. Non solo, ribadiscono come le competenze professionali specifiche nel settore bancario non possano essere l'unico criterio di scelta: fatta salva l'onestà e la serietà, per il consiglio – organismo incaricato di dettare le linee strategiche della banca – a loro giudizio devono essere prioritari il legame e la conoscenza del territorio. “Non vogliamo papaveri calati d'alto – sottolinea il presidente del comitato Silvio Fregonese -. Già esistono il collegio sindacale e la struttura della direzione generale composti da tecnici esterni”. Fregonese e gli altri componenti, peraltro, non accettano la motivazione di guadagnare maggiore credibilità nei confronti del resto del sistema bancario, per ottenere ulteriori finanziamenti: secondo l'associazione, il ricavato della cessione di quattro filiali a Banca Prealpi (circa 114 milioni di euro) sarebbe più che sufficiente a rimettere in equilibrio i bilanci,

Il Comitato, inoltre, non nasconde le sue perplessità sul commissariamento stesso e si dice preoccupato che possa proseguire la cessione di sportelli, indebolendo così la struttura della banca. Ma precisa anche di non aver alcuna intenzione di creare una propria lista alle prossime elezioni per il cda.

La modifica allo statuto dovrebbe comunque passare attraverso un'assemblea straordinaria, che potrebbe tenersi tra settembre e ottobre. Il gruppo ha già chiesto un incontro al commissario ed ha in programma a breve la convocazione di una riunione con tutti i soci, per sensibilizzarli sulla questione e decidere eventuali linee d'azione comune.