Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La giovane è indagata per estorsione, stalking, miancce e molestie telefoniche

IMPIEGATO SEDOTTO E RICATTATO: VENTENNE TUNISINA SOTTO ACCUSA

Il 37enne, sposato, avrebbe sborsato 5 mila euro per nascondere il flirt


TREVISO – (gp) Avrebbe sedotto e poi ricattato un impiegato 37enne di Treviso il quale, dopo averle dato in più tranche quasi 5 mila euro, ha chiesto aiuto alle forze dell'ordine. Sotto inchiesta per estorsione, stalking e molestie telefoniche è finita una 20enne tunisina rea, stando alla denuncia presentata dall'uomo, sposato e difeso dall'avvocato Salvatore Cianciafara, di averlo minacciato di raccontare la loro storia d'amore alla moglie e ai suoi amici, caricando le foto dei loro incontro su Facebook. I due si erano conosciuti in un villaggio turistico di Djerba, in Tunisia, durante un viaggio. Prima l'amicizia, poi l'infatuazione. Al ritorno in Italia però i contatti tra i due continuarono e sarebbero iniziate le richieste di denaro. La giovane avrebbe raccontato di trovarsi in difficoltà e il 37enne, senza pensarci troppo, aveva deciso di aiutarla inviandole dei soldi tramite Western Union. In tutto 4 mila euro nel giro di un anno. Ma le richieste di denaro, alle quali si aggiunsero le minacce, si fecero dopo dodici mesi sempre più pressanti. Lei venne in Italia in vacanza e i due si incontrarono a Venezia. Fu lì che la giovane avanzò l'ennesima richiesta: 250 euro al mese per l'affitto e 500 euro per le spese, oltre a un posto di lavoro per avere il permesso di soggiorno. Il 37enne avrebbe così sborsato altri soldi, quasi mille euro, salvo poi denunciare tutto alle autorità per mettere fine alla situazione.